Spezia, torna Angelozzi: "Sono convinto che c’è tutto per puntare alla serie A"

  • in

“Non vedevo l’ora di tornare, di riprendere un discorso lasciato a metà tre anni fa. Questa mattina sono partito con grande entusiasmo da Sassuolo sapendo di prendere la strada per La Spezia, ho rivissuto il film di quell’anno passato qui, avevo proprio voglia di tornare. Dentro di me sento che potremo fare qualcosa di importante, c’è tutto per riuscirci, dirigenti, strutture, piazza calda, proprietà facoltosa; ci sarà anche il tempo.. vedremo quanto ne occorrerà, ma sono convinto che c’è tutto per puntare alla serie A, partendo da fondamenta forti”.

Non è un ritorno banale quello di Guido Angelozzi.
La vita di ognuno è piena anche di minestre riscaldate, di novità, di entusiasmi e delusioni; lui parla di felicità, di un’emozione che effettivamente gli trasuda dagli occhi fin dal suo ingresso nella sala polifunzionale del “Ferdeghini”, dove ad attenderlo, oltre ai giornalisti ed agli addetti ai lavori, vi era anche un manipolo di appassionati venuti apposta per abbracciarlo.
“Entrando qui dentro, guardandovi e percependo il vostro affetto, è stato come non essere mai andato via..”.

Parole al miele, carta bianca, massima libertà d’azione che vuol dire budget elastico, com’è nella natura delle cose e a dispetto di maghi e maghetti che prevedono con estrema disinvoltura tagli di ogni genere, come se saltassero un giorno si e l’altro pure in quel gonfio portafogli di Volpi; starà alla bravura del neo Direttore Generale rinforzare ogni reparto, interloquire direttamente coi piani alti, convincere il Patron della necessità di strappare quei tre, quattro pezzi che potranno consentire un salto di qualità al gruppo.
Gente integra, un mix di gioventù ed esperienza immediatamente pronta all’uso, perché solo facendo tesoro degli errori commessi in passato si può crescere.

Guido Angelozzi, in fondo, è arrivato anche per questo.

“La telefonata col Patron è durata due minuti, mi ha chiesto: Guido, vuoi tornare a La Spezia? Io gli ho subito detto: si, ed a mia volta gli ho domandato: Patron, cosa intende fare con questa società? Lui mi ha risposto: voglio migliorare. Ed eccomi qua.. io ci sono”.

Tutti volevano che Guido ci fosse.

fonte: speziacalcionews.it


Francesco Ricci