Perugia, questione Mancini-Santopadre jr: Grifo prosciolto

Il deferimento per quanto riguarda alcune operazioni di mercato con l’Atalanta (Mancini e Santopadre jr) è già acqua passata in casa Perugia.

Il tribunale Federale nazionale sezione Disciplinare ha prosciolto il Perugia, l’Atalanta, i rispettivi presidenti (Massimiliano Santopadre e Luca Percassi) e direttori dell’area tecnica (Roberto Goretti e Giovanni Sartori).

I due club, dopo un esposto della Fiorentina, erano finiti sotto la lente d’ingrandimento del procuratore federale per gli accordi riguardanti i trasferimenti di Gianluca Mancini e Alessandro Santopadre dal Grifo alla Dea in gennaio 2017.

Si contestava l’attribuzione di un valore economico fittizio ai cartellini dei due giocatori rispetto al valore effettivo, in modo da eludere alcuni obblighi contrattuali che il Perugia doveva ottemperare con la Fiorentina.

Il Procuratore federale aveva richiesto un’ammenda di 25mila euro per il Perugia ed un’inibizione di 9 mesi per Santopadre e Goretti.

Ma il 12 luglio, sempre attraverso un comunicato diramato dalla F.g.i.c., il tribunale federale ha ufficializzato il proscioglimento di tutti i soggetti interessati dal deferimento dell’8 giugno.

Sospiro di sollievo a Pian di Massiano. Il rischio di una multa con inibizione era davvero concreto, più difficile era invece pensare a dei punti di penalizzazione da scontare nel prossimo campionato.

fonte: sportperugia.it


Francesco Ricci