Venezia–Benevento 2-3: colpaccio dei sanniti al Penzo

  • in

Il Benevento vince per 3-2 a Venezia, dimostrandosi una delle favorite per la promozione in Serie A. Il Venezia incassa la seconda sconfitta consecutiva dopo Padova e, specie nel primo tempo, produce poco in attacco se non su calcio da fermo.

Al 10’, è pericoloso Coda con un destro a giro fuori di poco. Ottimo minuti dopo il Venezia va vicino alla rete su punizione; Maggio atterra Di Mariano fuori dall’area, Bentivoglio batte rasoterra, Puggioni la vede all’ultimo va riesce a deviare. Le squadre provano a superarsi, il Benevento dimostra di essere avversario di rango e con una conclusione da fuori di Viola mette i brividi a Lezzerini.

Ma è il preludio al gol arrivato al 25’ con Bandinelli, bravo a trovare di piatto al volo l’angolo più lontano dopo un’azione sulla destra di Ricci. Il Venezia reclama per un fallo di mano di Tello su tiro di Bruscagin ma l’arbitro, a ragione, lascia correre. Al 37’, Bentivoglio è ancora pericoloso su punzione dal limite ma Puggioni vola. In chiusura di tempo arriva il raddoppio ancora con Bandinelli: botta da fuori dai 25 metri, la palla colpisce il palo e va in fondo al sacco.

A inizio ripresa, per un attimo i lagunari riaprono la partita con Geijo; al 4’ Garofalo vola via sulla sinistra, mette in mezzo, vola di testa Pinato, Puggioni fa un mezzo miracolo e sulla ribattuta lo spagnolo mette dentro a porta vuota. Neanche il tempo di esultare, che il Benevento triplica due minuti più tardi; Bandinelli, una spina nel fianco, centra per Tello che di piatto fulmina Lezzerini.

Al 22’ il Venezia torna in partita; triangolo Di Mariano-Geijo-Di Mariano che entra in area, Maggio lo mette giù e Aureliano
assegna il rigore: Citro trasforma segnando la prima rete in maglia arancioneroverde. E i padroni di casa protestano per il mancato secondo giallo al terzino campano. In pieno recupero Marsura ha la grande occasione per pareggiare ma tira centrale. Il Venezia resta a tre punti in classifica.



Venezia – Benevento 2-3

Reti: 26′ Bandinelli (B), 44′ Bandinelli (B); 49′ Geijo (V), 51′ Tello (B), 67′ Citro rig. (V).

Venezia (3-5-2): Lezzerini; Domizzi, Andelkovic (85′ Zigoni), Modolo (75′ Marsura); Garofalo, Bentivoglio, Falzerano, Pinato (56′ Citro), Bruscagin; Geijo, Di Mariano.
A disp.: Facchi, Vicario; Coppolaro, Cernuto, Zampano, Migliorelli; Suciu, Segre; Vrioni.
All.: Vecchi.

Benevento (4-3-3): Puggioni; Maggio, Volta, Billong, Letizia; Tello (70′ Del Pinto), Viola, Bandinelli; Ricci, Coda (75′ Asencio), Improta (79′ Buonaiuto).
A disp.: Montipo’, Gori; Sparandeo, Antei, Di Chiara, Gyamfi; Goddard, Volpicelli; Insigne.
All.: Bucchi.

Arbitro: Sig. Gianluca Aureliano della sezione AIA di Bologna
Assistenti: Sigg. Gianluca Sechi della sezione AIA di Sassari e Marcello Rossi della sezione AIA di Novara.
Quarto uomo: Sig. Stefano Lorenzin della sezione AIA di Castelfranco Veneto.
Ammoniti: 17′ Maggio (B); 71′ Ricci (B), 74′ Modolo (V), 79′ Domizzi (V), 89′ Asencio (B)
Espulsi:
Angoli: 5-2 (Pt 5-1).
Recupero: Pt 2′; St 5′.

fonte: nuovavenezia.gelocal.it


Francesco Ricci