Il Foggia pareggia ancora: 1-1 allo Zac contro il Venezia

Il Foggia pareggia 1-1 contro il Venezia, senza riuscire a porre fine alla propria serie di partite senza vittorie. Dopo il vantaggio firmato da Iemmello su calcio di rigore al 16’, è Vrioni a siglare la rete del pareggio al 46’ del primo tempo.

Grassadonia schiera il Foggia con un 4-3-1-2: Bizzarri tra i pali; Martinelli e Rubin terzini, con Camporese e Ranieri centrali; a centrocampo Carraro detta i ritmi tra gli interni Gerbo e Deli; Galano è il trequartista alle spalle della coppia formata da Mazzeo e Iemmello.
Zenga propone il Venezia con lo stesso modulo: Vicario in porta; difesa con Zampano e Domizzi ai lati di Domizzi e Modolo; mediana con Bentivoglio al centro, Segre e Suciu mezzali; sulla trequarti agisce Pinato a supporto delle punte Di Mariano e Vrioni.


Parte meglio il Venezia che ma la zuccata di Pinato al 3’ ed il calcio di punizione dalla corsia mancina di Bentivoglio al minuto 8 non inquadrano lo specchio della porta difesa da Bizzarri.
Al 16’ Iemmello viene trattenuto in area di rigore da Zampano in maniera netta e Volpi di Arezzo decreta il calcio di rigore: sul dischetto si presenta lo stesso Iemmello che spiazza Vicario incrociando il proprio destro.
Dopo il gol si attende il 28’ ed il 30’ per vedere le due squadre andare nuovamente al tiro, con Vrioni e Gerbo che dalla distanza mandano il pallone alle stelle.
Anche la mira di Pinato al 34’ è imprecisa con il suo tentativo che termina oltre il palo alla sinistra di Bizzarri, mentre la conclusione di Di Mariano dai 25 metri al 40’ supera l’altezza della traversa.
Al 44’ Iemmello si libera benissimo con una finta di Domizzi all’interno dell’area di rigore e lascia poi partire un potente tiro che va ad impattare il palo alla sinistra di Vicario.
Nel corso del primo ed unico minuto di recupero il Venezia trova il pareggio: Bruscagin affonda sulla corsa di destra e serve al centro dell’area di rigore Vrioni che, con un tocco sporco ma efficace, batte Bizzarri.

Ad inizio ripresa la mira di Segre e Di Mariano sono imprecise mentre, nel mezzo, il subentrato Cicerelli costringe Vicario all’intervento in due tempi al 48’.
Bizzarri blocca con una presa sicura il tentativo da fuori di Pinato al 55’ ed il rasoterra di Di Mariano al 61’, mentre la mira di Cicerelli al 63’ risulta essere di poco imprecisa.
Al 65’ Vrioni si libera e calcia con il mancino colpendo il palo alla destra del portiere rossonero che, 3 minuti più tardi, viene graziato dall’incredibile errore di Di Mariano, il quale deposita a lato con la testa dal limite dell’area piccola sul cross dalla trequarti di Bentivoglio.
Il Foggia si scuote al 72’ con il tiro di Gerbo che non viene bloccato da Vicario, sulla quale ribattuta si fionda Iemmello il cui tentativo viene deviato nuovamente dal portiere e poi spazzato sulla linea di porta da Modolo.
La mira di Rubin al 73’ è imprecisa così come la zuccata di Di Mariano all’81’, poi, prima del triplice fischio Bizzarri si oppone alle conclusioni di Bruscagin e Domizzi, salvando i rossoneri dalla sconfitta.


Il Foggia ottiene il quinto pareggio consecutivo, allungando a 6 la serie di partite senza vittorie.
Il Venezia non riesce a bissare il successo casalingo per 2-1 contro il Brescia, ottenendo tuttavia un punto che gli permette di portarsi al +4 sul 15° posto.


Tabellino:

Foggia - Venezia 1-1
17’ rig. Iemmello (Fog), 45’+1 Vrioni (Ven)

Foggia (4-3-1-2): Bizzarri; Martinelli, Camporese, Ranieri, Rubin; Gerbo, Carraro, Deli (46’ Cicerelli); Galano (71’ Busellato); Iemmello, Mazzeo (84’ Gori)
A disposizione: Noppert, Sarri, Loiacono, Cavallini, Boldor, Arena, Ramé
Allenatore: Sig. Gianluca Grassadonia

Venezia (4-3-1-2): Vicario; Zampano, Domizzi, Modolo, Bruscagin; Segre (63’ Marsura), Bentivoglio, Suciu; Pinato (76’ Schiavone); Di Mariano, Vrioni (81’ Litteri)
A disposizione: Facchin, Lezzerini, Andelkovic, Coppolaro, Fabiano, St. Clair, Cernuto, Garofalo
Allenatore: Sig. Walter Zenga

Arbitro: Sig. Manuel Volpi di Arezzo
1’ Assistente: Sig. Oreste Muto di Torre Annunziata
2’ Assistente: Sig. Giuseppe Opromolla di Salerno
Quarto Uomo: Sig. Ivano Pezzuto di Lecce

Ammoniti: 24’ Bentivoglio (Ven), 27’ Carraro (Fog), 35’ Mazzeo (Fog), 55’ Modolo (Ven)
Espulsi: /


Foto: Antonello Forcelli


Armando Borrelli