Agnelli e Gerbo: �Dobbiamo continuare cos�, �Il pareggio ci sta stretto�

0
70 views

Le parole di Agnelli e Gerbo nel post-partita.

Agnelli: �Siamo stati bravi a gestire i momenti oggi e dobbiamo continuare cos�. Con questo modulo devi evitare quanto pi� possibile di perdere palloni. Adesso dobbiamo ritrovare la giust� mentalit� e ricaricare le pile, anche con le famiglie. Abbiamo perso a Perugia dopo due prestazioni importanti contro Cremonese e a Salerno, ma dobbiamo fare di pi�. Per noi sono nove giorni di riposo e poi riprenderemo ad allenarci. Siamo gi� in clima di voler dare qualcosa in pi� e lavorare con pi� serenit� e consapevolezza. Questi momenti devono rimanerci e questa situazione mentale deve essere portata da qui alla fine. Credo che il mister ci conosca bene e ci abbia seguiti anche quando eravamo allenati con Grassadonia. Sta lavorando molto mentalmente e da adesso potr� farlo anche tatticamente. Lui � molto bravo a gestire i nostri momenti, cos� come fece anche in D ed in C2. Dobbiamo metterci cuore, grinta, un pizzico di ignoranza, facendo gioco. Oggi in tanti momenti della gara abbiamo messo dentro queste caratteristiche. Ora recupereremo anche Rizzo e Deli, ma non Camporese purtroppo. Dobbiamo smettere di altalenare i momenti, metterci sempre voglia e trascinare l�ambiente. A Galano mi sento di abbracciarlo perch� oggi ha fatto una partita pi� viva rispetto alle altre, che in tante situazioni � stato bravo e meritava il gol. Prender� per mano questa squadra e ci trasciner�, so che non � facile ma lui ha nelle corde questa cosa e magari il gol poteva dargli qualcosa in pi�. Siamo sulla strada giusta, ci vuole coraggio e voglia di voler dimostrare. Sono contento e dobbiamo metterci sempre queste caratteristiche. Il problema probabilmente era solo mentale, con la Salernitana ho avuto i crampi magari anche per nervosismo. Oggi volevamo dimostrare serenit� di gestire i momenti e la forza di poter dare qualcosa in pi�. Il mister ed il suo staff ci faranno lavorare con le loro metodologie e sono pronto a farlo. Abbiamo un programma anche per lavorare durante i giorni di riposo�.

Gerbo: �A giocare con Kragl ho imparato a calciare (ride, ndr). Non so come ma ho imparato a calciare in maniera migliore. A livello personale non � stato facile perch� in mezzo al campo eravamo in 2 contro 3, ma siamo riusciti a contrastarli bene. Come squadra abbiamo fatto bene, soprattutto nel secondo tempo e avremmo meritato di pi�. Sinceramente non capisco che partita abbia visto Grosso quando si � lamentato dell�arbitraggio. Non so nemmeno io quale sia il mio ruolo. Faccio fatica nella difesa a 4 come terzino, anche se preferisco essere mezzala nel centrocampo a 3. Sui calci di rigore decide il mister o ci si mette d�accordo in campo con Mazzeo che ha lasciato a Iemmello perch� l�ultimo volta aveva fatto gol. Sul gol ho accompagnato l�azione e Kragl mi ha servito benissimo, mi sono coordinato al meglio e la palla � finita in rete. Lo dedico ai miei genitori che erano in tribuna, anche se questo punto ci sta stretto. Volevo anche farmi perdonare per l�espulsione di Salerno, quando mi sono fatto prendere dall�istinto. Dovremo in futuro scendere in campo rimanendo squadra, vincendo i duelli e giocando con il cuore come oggi. Il mister lavorer� anche sulla tattica e ci dar� una mano in pi�, ma per salvarsi dobbiamo capire che l�obiettivo deve essere la salvezza. Parlare di promozione o playoff con un -8 � stato sbagliato secondo me. Dobbiamo lottare con le unghie e con i denti. Sono migliorato dal punto di vista realizzativo e di ultimo passaggio. Credo che io, Loiacono e Agnelli che siamo stati qui da pi� anni abbiamo sempre lottato per ottenere il posto. Non credo sia la mia migliore annata ma sto dando continuit�.