Agnelli: “Il Foggia � la mia priorit�, ma…”

0
22 views

�Sono felice per il gol a Nard�. Questa vittoria � stata la dimostrazione che la squadra oggi ha la giusta mentalit�. Cristian Agnelli, foggiano doc, capitano della sua squadra del cuore e uomo-derby nel match di domenica scorsa al �Giovanni Paolo II�. Una vittoria sofferta, giunta al 93�, tanto bella quanto inutile per la classifica. �Abbiamo portato a 10 giornate la striscia positiva ma purtroppo non basta per sperare ancora nei play off. Le rivali non hanno perso un colpo e quando lo hanno fatto anche noi non abbiamo brillato�.

RIMPIANTI � A otto punti di distacco dal �paradiso�, con solo una vittoria in pi� i rossoneri avrebbero potuto sperare ancora negli spareggi promozione. Rimpianti che aumentano sfogliando le pagine di questa stagione. �Campionati come questi possono diventare importanti solo se batti le squadre piccole. Gli scontri diretti sono relativi. Nel nostro cammino hanno pesato come un macigno le battute d�arresto contro Grottaglie e Trani. Il rammarico � grande�.

GROTTAGLIE � Gi�, il Grottaglie. Sar� il prossimo avversario del Foggia allo Zaccheria. All�andata i rossoneri caddero clamorosamente sul campo dell�ultima in classifica. Roboante il risultato finale: 4-2. Lo scivolone di Mormile, il fallo di reazione, l�espulsione, la rimonta dal 2-0 al 2-2 e gli errori grossolani degli ultimi minuti. Il tutto concluso dalla festa, legittima, dei padroni di casa. �Siamo avvelenati. La partita di andata fu la svolta negativa della nostra stagione. Si cre� una cappa di negativit� sulla squadra. Oggi, per�, il Foggia � diverso, pi� compatto. Non sbagliamo pi� l�approccio alla gara, sono diminuiti gli errori dei singoli e diamo l�impressione di essere una squadra. Siamo tutti molto attenti sugli schemi�.

FUTURO � A quattro turni dal termine della regular season, con la salvezza matematica in tasca e la quasi certa esclusione dei play off, sotto le torri dello Zaccheria � gi� tempo di futuro. I proclami di qualche mese fa hanno momentaneamente lasciato spazio all�incertezza. �Sar� importante ponderare bene le decisioni � spiega Agnelli – . Questa squadra ha dimostrato di avere un�ottima base dalla quale poter ripartire. Quest�anno � stato formativo per i ragazzi, sono migliorati tantissimo�. Il capitano ha la sua ricetta. �Per vincere un campionato, innanzitutto, servono i tifosi sempre al nostro fianco, in casa e in trasferta. Ma per imitare l�Ischia (promossa quest�anno con 6 turni d�anticipo nda) serve investire molto denaro. Loro hanno speso molto pi� del Foggia. Serve una societ� stabile, forte, capace di gettare basi importanti. Io parlo spesso con la dirigenza, discutiamo su come ripartire. Il campionato � ancora in corso ma forse siamo gi� in ritardo per pianificare il futuro�.

PERSONALE � Con il calciomercato alle porte , una carta d�identit� che recita 26 anni e un curriculum di tutto rispetto, c�� da chiedersi quale sia il futuro di Cristian Agnelli. �Quando ho deciso di tornare a Foggia non l�ho fatto pensando a un solo anno, per giunta di transizione. Nel mio cuore ho un progetto a lunga scadenza ma devono esserci le condizioni giuste. Mi auguro che la societ� riesca a rinforzarsi e fare quadrato, servono fatti non chiacchiere. Mi piacerebbe molto restare in rossonero in una squadra in grado di lottare per il vertice. Sono a completa disposizione della societ�, il Foggia sar� la mia priorit� ma ho una famiglia e se sar� necessario dovr� anche guardarmi intorno�.