Ago-gol, jolly Molina

0
16 views

Ora � certo. Il Foggia il gioved� non brilla, ma questa volta vince. Otto a due � il risultato finale nel match amichevole contro la Nuova Daunia (Prima Categoria), disputato ieri pomeriggio sul sintetico di Ordona. Una luce calda ed un clima primaverile hanno portato sulla piccola tribunetta del centro dauno un centinaio di spettatori, riavvicinatisi ai rossoneri dopo gli ultimi soddisfacenti risultati. Per Stringara (nelle panni di arbitro) l� incontro � stata l�occasione per iniziare a tratteggiare il Foggia che affronter� la Pro Vercelli, anche alla luce delle assenze di Traore, Gigliotti e Perpetuini (squalificati) e degli infortunati De Leidi e Cortesi. A quest�ultimo va certamente assegnata la palma del calciatore pi� sfortunato. Costretto a saltare la prima met� di stagione per un�infiammazione al ginocchio destro, ieri ha sostenuto una risonanza magnetica per un fastidio al ginocchio sinistro. Oggi si sapr� qualcosa in pi�.

CAMBIO � Dalle prime intenzioni di Stringara sembra profilarsi un ulteriore cambio d�assetto nello schieramento del Foggia. Ieri la squadra si � disposta secondo il 4-2-3-1. Non lo faceva dall�ottava giornata di campionato, in occasione del match interno contro la Reggiana (salvo una �spuria� uscita a Pavia dove lo schieramento era pi� assimilabile a un 4-4-1-1). In alcune fasi la squadra ha denotato una maggiore verve offensiva, anche grazie alla mobilit� ed alla combattivit� di Pompilio, schierato dietro le punte, ed autore di assist deliziosi. La coperta corta, per�, sembra aver tolto qualcosa alla difesa. La squadra in alcuni frangenti � sembrata eccessivamente lunga, mentre in difesa, qualche incertezza di troppo e la propensione ultraoffensiva dei terzini hanno creato qualche black out. Proprio la linea difensiva sembra creare qualche grattacapo al tecnico, cmplici le numerose defezioni. Toppan, Lanzoni e D�Orsi si contendono due maglie da centrale, anche se l�ex Cavese ieri ha agito da terzino destro. Dubbio Cardin � Tomi sulla corsia sinistra.

JOLLY � Simbolo di questo nuovo cambio di assetto sembrerebbe essere Salvatore Molina. Il calciatore ieri ha fatto un triplo salto all�indietro. Da attaccante centrale nel catino di Benevento a terzino destro nell�amichevole di ieri. Un balzo reso meno traumatico dalle peculiarit� tecniche del calciatore, sempre pi� jolly dell� undici a disposizione di Stringara. La prova di ieri, tuttavia, non esclude che il buon Salvatore possa essere riproposto nel tridente alle spalle dell�unica punta. Ruolo per il quale si candida Agodirin, l�eroe del �Vigorito�. Anche ieri il nigeriano si � distinto per combattivit� e brillantezza. A lui va il simbolico premio per il gol pi� bello di giornata: verticalizzazione, stop di destro al volo, sombrero a rientrare sull�avversario e calcio di sinistro. La palla finisce in rete per la gioia dei presenti. Le altre marcature portano le firme di Lanteri (per lui doppietta), Giovio, Tiboni, Lanzoni, Cruz e Defrel.

BORSINO ヨ Non ha preso parte allメamichevole di ieri il laterale Cortesi, rimasto a letto a causa dellメinfluenza. Ai box anche il centrale De Leidi (problemi al ginocchio sinistro). Domani seduta pomeridiana ad Ordona (14.30); sabato
rifinitura allo Zaccheria.

FOGGIA – NUOVA DAUNIA 8-2
FOGGIA 1T (4-2-3-1): Btticella; Molina, Gigliotti (30メ Traore), Perpetuini (30メ Amoroso), Tomi; Bianchi, Meduri; Lanteri, Pompilio, Giovio; Tiboni.

FOGGIA 2T (4-2-3-1):Ginestra; DメOrsi, Lanzoni, Toppan, Cardin; Wagner, Venitucci; Cruz, Marinaro, Defrel; Agodirin.

MARCATORI: Lanteri (2), Giovio, Tiboni, Lanzoni, Cruz, Agodirin, Defrel

Fonte: Domenico Carella ヨ Il Mattino di Foggia e Provincia
Foto: Antonello Forcelli