Alessandro Diamanti leader tecnico del Livorno

0
98 views

Non � mai troppo tardi per una seconda vita calcistica e, se questa vede come tappa fondamentale la piazza che ti ha reso grande agli occhi dell�Italia calcistica, non pu� che essere un copione degno di una bellissima storia. Quello tra�Alessandro Diamanti ed il Livorno � un legame che tempo e distanza non hanno scalfito, e che in questa stagione � riesploso all�ennesima potenza.
Nelle prime settimane di campionato le cose non vanno bene, la squadra non gira e deve fare i conti con una situazione societaria poco chiara. Fino a dicembre arriva appena una vittoria, quella casalinga contro l�Ascoli, e l�esito sembra gi� scritto. Un evento � per� da rimarcare (seppur, ad onore del vero, l�avvicendamento sia avvenuto in data 7 novembre): l�arrivo di Roberto Breda sulla panchina amaranto.
La squadra trova nuova linfa vitale e le idee del tecnico sono assimilate in poco tempo. Breda affida il ruolo di allenatore in campo proprio ad�Alino, con il quale sono continui i confronti e lo scambio di opinioni. Il�numero 23�dimostra di essere tanto saggio con i compagni quanto estroso, si carica la squadra sulle spalle e plasma quella che, come detto in apertura, � una stagione fino ad ora pi� che positiva per lui.
Statistiche alla mano,�Diamanti � capocannoniere e miglior assist-man dei suoi.�Una leadership tecnica che fa di lui uno dei calciatori pi� decisivi della cadetteria. Ieri � arrivata l�ennesima dimostrazione, con un gol (stupendo, nato da un tiro dai trenta metri) ed un assist che lasciano poco spazio ai commenti e tanto agli applausi.
Alessandro Diamanti ed il Livorno, storia di un amore che ha fatto un giro immenso ed � ritornato.

Fonte: pianetaserieb.it