Ascoli, presi Ardemagni e Perucchini

0
47 views

Diventa ufficiale anche il dodicesimo movimento in entrata dell´Ascoli nella finestra estiva di calciomercato. Si tratta del 31enne attaccante Matteo Ardemagni, che ha firmato un contratto fino al 30 Giugno 2021.
Ecco il comunicato ufficiale pubblicato sul sito dell´Ascoli ed il simpatico siparietto oggi pomeriggio con il presidente Giuliano Tosti nella sala stampa della sede di Corso Vittorio Emanuele.
L´Ascoli Calcio 1898 FC S.p.A. annuncia con grande soddisfazione di aver raggiunto l´accordo con l´attaccante Matteo Ardemagni per la sottoscrizione di un contratto fino al 30 giugno 2021. Nato a Milano il 26 marzo 1987, Ardemagni ha militato in tutte le categorie professionistiche con le maglie di Milan, Perugia, Pizzighettone, Pro Patria, Triestina, Cittadella, Atalanta, Padova, Modena, Chievo, Carpi, Spezia, Perugia e Avellino, club quest´ultimo nel quale ha collezionato 69 presenze, 20 gol e 4 assist nelle s.s. 2016/17 e 2017/18. Vanta 301 presenze in Serie B e 97 gol all´attivo in carriera. L´Ascoli Calcio accoglie con un caloroso benvenuto Matteo Ardemagni e gli augura di arricchire in maglia bianconera la sua carriera, gi� importante, a suon di gol“.

Il nuovo portiere dell´Ascoli Filippo Perucchini ha parlato per la prima volta al nostro microfono nella sala stampa della sede di Corso Vittorio Emanuele. Per lui contratto fino al 30 Giugno 2020.
Ecco le altre dichiarazioni in sala stampa di Perucchini riportate dal sito ufficiale dell´Ascoli Calcio: “Sono molto felice d´essere qui, Ascoli � una piazza storica e il calcio � sentitissimo; sono arrivato da una settimana e mi sto integrando in questo gruppo fantastico e unito. Il Direttore Tesoro lo conosco dai tempi di Lecce e ho colto al volo questa occasione, la trattativa � stata abbastanza rapida e non sarebbe potuto essere diversamente perch�, quando hai la possibilit� di arrivare in una piazza importante come Ascoli, non ci pensi su due volte, ci sono tutti i presupposti per fare bene e per esprimersi al meglio. Con Ivan Lanni c´� una sanissima competizione, sta nascendo un ottimo rapporto con lui, � un bravissimo ragazzo e un ottimo portiere, parliamo di tutto, non solo di calcio e mi sta dando una mano ad inserirmi meglio dal momento che � qui da tanto tempo. Sar� un campionato particolare, l´obiettivo � arrivare prima possibile a quota 50 punti e poi si vedr�, penso che questo Ascoli possa arrivare in alto, ma teniamo i piedi ben piantati a terra, bisogna essere coscienti delle proprie qualit� senza avere paura di nessuno. In B ho giocato un anno e mezzo con le maglie di Varese e Benevento, squadra quest´ultima con cui non ho giocato per un problema che ebbi alla spalla in ritiro e che mi fece saltare la preparazione estiva. Ognuno fa il suo percorso di maturazione, c´� chi esplode prima e chi poi, oggi sono contento, pronto e carico e sto lavorando molto bene con il Mister e il preparatore dei portieri. Non ho un portiere di riferimento, ce ne sono tanti bravi, mi piace guardare i video su youtube ed estrapolare qualcosa da ciascuno, osservare alcuni tipi di movimento dei portieri in ambito internazionale. Credo che Oblak sia in questo momento il migliore in assoluto. Mi piacciono molto le uscite basse, dare una mano alla difesa, parlare. Nel calcio di oggi � importante lavorare bene con la linea, lavorare coi piedi e nelle uscite. Cerco sempre di migliorarmi, vado in campo, abbasso la testa e lavoro come un treno. Un portiere moderno non para e basta, deve cercare di colmare i difetti e accrescere i punti di forza”.

fonte: picenotime.it