AVELLINO: il ds De Vito su Fabbro e Catania, “Giocatori esperti che hanno vinto tanto”

0
29 views

Presentati nel pomeriggio di mercoled� presso la sala stampa del �Partenio-Lombardi� i due nuovi acquisti dell�Avellino, il difensore Alessandro Fabbro e l�esterno offensivo Emanuele Catania. Il direttore tecnico Enzo De Vito ha introdotto i due atleti: �Fabbro e Catania non li scopro io, sono giocatori esperti che hanno vinto tanto e spero continuino a vincere ancora con la maglia dell�Avellino. Si tratta di giocatori importanti, che giungono in Irpinia grazie al grande lavoro di questa societ� e delle famiglie Taccone e Iacovacci. Il nostro lavoro prosegue e spero di avere per Sturno una squadra quasi completa�.

Emanuele Catania: �Venire ad Avellino non � una scelta coraggiosa, ho accettato perch� il progetto era interessante. Ho avuto un�ottima impressione, confermo di aver fatto la scelta giusta. Nelle ultime stagioni ho cambiato spesso posizione, ma questo non rappresenta un problema: amo agire su tutto il fronte d�attacco. L� obiettivo personale? Conta poco, ci� che interessa � il risultato finale della squadra. I traguardi dei singoli vanno messi da parte. E� un campionato difficile, dobbiamo cercare di crescere tutti insieme. Avellino � una piazza importante, cercheremo di conquistare i tifosi: ci attende una sfida affascinante”.

Alessandro Fabbro: �Sognavo di rivivere emozioni importanti.Se ho scelto di venire ad Avellino � perch� conosco la passione che c�� verso questi colori. Mi sono bastati cinque mesi al Nord per capire che non � il calcio che piace a me, e mi riferisco alla presenza dei tifosi. Far� parte di una rosa ampia e il mio compito pi� importante sar� quello di creare un gruppo unito: � fondamentale la coesione. Il fatto di dover fare da chioccia mi pu� soltanto rendere orgoglioso�. Sul tecnico Rastelli che ritrover� dopo aver vinto il campionato di Seconda Divisione con la Juve Stabia: �E� un allenatore che ha grande entusiasmo e tanta fame di vittoria. E� preparato, mi ha impressionato al primo anno insieme e ho avuto modo di apprezzarlo anche quando giocava. A 36 anni aveva la voglia di un esordiente�.

fonte: asavellino