Calcioscommesse: dispositivo atteso per il fine settimana

0
25 views

Si � chiuso poco prima delle 14 il processo di appello, di fronte alla Corte di Giustizia Federale, sul primo filone del calcio scommesse, quello relativo all´inchiesta condotta dalla Procura di Cremona. Il presidente della Corte Gerardo Mastrandrea ha voluto ringraziare tutti gli intervenuti per la collaborazione prestata (�abbiamo avuto 110 interventi tra accusa e difesa�) ed ha annunciato i tempi della camera di consiglio, che conta di chiudere �tra venerd� e sabato, comunque entro la fine della settimana�.

Questa mattina sono intervenuti i legali di 16 tra tesserati (Fontana, Garlini, Vantaggiato, Italiano, Mastronunzio, Cristante, Nicco, Rosati, Alberti, Stefani, Fiuzzi) e club (Padova, Pescara, Reggina, Novara, Albinoleffe), dopo la lunga maratona di ieri, 11 ore di udienza e 31 ricorrenti ascoltati (Cassano, Sartor, Zamperini, Ventola, Ferrari, Yock, Caremi, Serafini, Fissore, Iaconi, Magalini, Nassi, Comazzi, Colacone, Rickler, De Falco, Catinali, Santoni, Iacopino; Siena, Sampdoria, Spezia, Empoli, Monza; le societ� che hanno ricorso come parti terze Nocerina, Vicenza, Cesena, Gubbio, Barletta); sempre ieri, erano state ascoltate le associazioni (Codacons e FederSupporter) che avevano chiesto di essere ammesse al procedimento e la sospensione dello stesso, ricevendo per� un�ordinanza negativa in entrambi i casi.

In tutto, il procedimento di appello ha visto in campo 10 dei 14 club condannati in primo grado (non hanno presentato ricorso la dilettante Avesa e le fallite Ancona, Piacenza e Ravenna) e 30 dei 33 tesserati (mancano Cossato, Paoloni e Santoruvo). 47 i ricorsi presentati (comprese le parti terze e le associazioni), 51 appunto le parti intervenute, comprendendo anche Atalanta, Cremonese, Grosseto, Modena.

fonte: tuttolegapro