CALCIOSCOMMESSE: i segreti del sistema asiatico, banche coinvolte

0
22 views

E� un ponte milionario lastricato di scommesse che parte dal nostro Paese _ e non solo, il fenomeno tocca anche i maggiori paesi europei _ e arriva nel cuore dell�Asia, costruito su valanghe di denaro cash raccolto da un agguerrito manipolo di �rappresentanti� provenienti principalmente dall�Est europeo, e girati sui conti cifrati dei grandi bookmaker asiatici, attraverso contatti telefonici. Ad aprire uno squarcio sul mondo dei bookie asiatici, riferisce Agipronews, sono stati i pm di Cremona con una dichiarazione shock: �23 milioni di euro giocati su Atalanta-Piacenza�. E� stata la prima traccia del vorticoso giro milionario, che dall�Italia rimbalza in Asia, individuata dai pm di Cremona attraverso una delle partite pi� reclamizzate dell�inchiesta. Una pista che ha condotto i magistrati fino ai bookmaker asiatici, pi� volte citati in questi giorni di bufera e interrogatori. Operatori con licenza nelle Filippine o in qualche remota isola off-shore che fa rima con paradiso fiscale, laddove le puntate non conoscono tetto massimo _ si possono puntare anche milioni di euro _ grazie a risorse finanziarie immense e la sicurezza che l�anonimato dello scommettitore � garantito. Eppoi- riporta Agipronews – c�� il ghiotto fattore convenienza: i bookmaker asiatici hanno scelto la via dell�ingrosso, con margini di guadagno bassi sulle giocate (2% contro il 10% dei nostri bookmaker: in sostanza giocando 100 euro in Asia se ne lasciano al bookie appena 2 contro i 10 trattenuti in Italia) .

Lo schema dell� �Asiatic System�, il sistema di raccolta scommesse e danaro di questo ricchissimo business � contenuto in un documento- che Agipronews ha potuto visionare – dell�Essa (European Sports Security Association) associazione alla quale aderiscono i grandi bookmaker continentali con l�obiettivo di monitorare e contrastare il cupo battito cardiaco delle scommesse irregolari. Nel rapporto, l�Essa compone lo schema di una organizzazione piramidale. Si tratta di una struttura costruita su tre livelli, tutti in azione nel nostro territorio: gli agenti, i super agenti regionali e i �master� nazionali. Questi ultimi rappresentano il punto di contatto tra Italia e Asia, hanno a disposizione decine e decine di conti gioco cifrati e quindi anonimi, che utilizzano in Asia e gestiscono in accordo con il bookmaker asiatico, in cambio di una percentuale sui movimenti di gioco. Le norme anti-riciclaggio vengono aggirate facilmente, perch� non c�� alcun passaggio attraverso i normali canali finanziari (dalle carte di credito alle banche). I �master� bancano soltanto apparentemente in Asia e i soldi quasi mai escono dai confini del nostro Paese, perch� il cash viene consegnato dai giocatori agli agenti che piazzano le scommesse via telefono utilizzando i conti cifrati e poi � in caso di vincita � ripagano in contanti lo scommettitore. Se la vincita � ingente, nell�ordine delle centinaia di migliaia di euro, se non milioni, l�agente si muove dall�Italia recandosi in banche dell�Est europeo evidentemente disinvolte e senza troppe formalit�, nelle quali riempie la valigetta di danaro e riparte alla volta dell�Italia per consegnare il contante allo scommettitore.

Fonte: resport