CALCIOSCOMMESSE: indagato Vieri, sapeva dellᄡover su Inter-Lecce

0
18 views

Spunta il nome di Bobo Vieri nellᄡinchiesta sul calcioscommesse. A farlo eᄡ Ivan Tisci, uno degli indagati del gruppo degli ᄡzingariᄡ, in una telefonata a Antonio Bellavista (lᄡex capitano del Bari attualmente in carcere) del 21 marzo 2011, il giorno dopo Inter-Lecce. Tisci, scrivono gli investigatori in un brogliaccio di unᄡintercettazione allegata agli atti dellᄡinchiesta, ᄡᄡsi lamenta del comportamento di Bressan (ex giocatore agli arresti, ndr) e dice che dopo averlo tenuto in stand by fino a stamattinaᄡᄡ aggiunge che ᄡᄡlᄡhanno fatta saltare perche ᄡil bossᄡ non ha soldi da puntareᄡᄡ. A questo punto, proseguono gli investigatori, ᄡᄡTisci gli chiede se ha visto cosa gli ha scritto ieri sera e che a Milano ha incontrato Bobo Vieri, il quale gli ha detto che non ha vinto molto e ha giocato da casa con il Pcᄡᄡ. Tisci, concludono i poliziotti, ᄡᄡdice di averlo imbeccato e Vieri sapeva dellᄡover 3,5 dellᄡInterᄡᄡ. La conversazione riprende successivamente quando Bellavista richiama Tisci. ᄡᄡIl quale – secondo gli investigatori – riprende il discorso raccontando la conversazione avuta con Bobo Vieri dalla quale ha capito che loro hanno fatto casini percheᄡ non hanno saputo fare niente…percheᄡ di laᄡ non hanno voluto fare..han voluto giocare…il primo tempo dice che…palo…cose…poi alla fine lᄡultimo quarto dᄡora si sono messi dᄡaccordo percheᄡ non eᄡ venuto il gol. Quindi prima diciamo che eᄡ stata una mezza cosa che eᄡ venuta fuori, ma non percheᄡ lᄡhanno fatta…loro…ᄡᄡ. Gli investigatori annotano inoltre che Tisci sottolinea che ᄡᄡlᄡhanno tolta dalle scommesse quando eᄡ iniziata a scendere la quota a 2,80…2,40ᄡᄡ.

Fonte: resport