Cantoro:”Se questo Foggia giocasse palla a terra…”

0
25 views

Lucas Maximilian Cantoro è uno che a Foggia ha lasciato il segno. Undici gol in una stagione, una doppietta esaltante al San Paolo di Napoli, stadio del suo idolo Maradona, ed un indelebile ricordo nella mente dei tifosi. Un ricordo che rischiava di diventare incubo quando, caricando il suo potente sinistro, scagliava prepotentemente la palla verso la porta del “gatto” Castelli, abile ad allungarsi sulla sua destra ed a neutralizzare il tiro. “Ho ritrovato qui a Foggia tanti amici, anche se più passano gli anni e meno ne rimangono. Quello a cui sono più legato è sicuramente Giordano con il quale trascorrerò queste ore di riposo. Peccato per lo stadio vuoto, è stata una brutta sensazione. Poi sono stato marcato dal mio amico Lisuzzo, l´anno scorso al Martina con me…mi ha fatto piacere rivederlo”. A parte l´amarcord, c´è da fare doverosamente i conti con il campo ed un risultato che vede la Paganese sconfitta ed il Foggia vincitore. “E´ un periodaccio. Molte partite ci stanno andando male nonostante le buone prestazioni che riusciamo a fornire. Ho visto, invece, un buon Foggia, in netta ripresa e mi fa piacere. Credo che possa ancora giocarsela lì, in alto, anche se deve migliorare in alcune cose”. L´ex di turno prova a dare consigli alla sua vecchia squadra:”I rossoneri devono giocare molto di più palla a terra perchè ha gli uomini per farlo ed in attacco può contare su uno come Del Core, un calciatore che stimo molto”.