Casillo e Zeman, gli ultimi dubbi

0
27 views

FOGGIA – L�atto finale della vecchia stagione introduce i primi passi della nuova. Dopo aver mancato i playoff, in casa Foggia � tempo di vacanze anticipate. Ma anche di confronti in seno al club, per gettare le basi del prossimo campionato. La pietra miliare � costituita dalla risoluzione del rebus sulla permanenza di Zeman: si prospetta un epilogo positivo, anche se il dialogo col patron Casillo stenta a decollare.

Partenze – Oggi, intanto, il fatidico rompete le righe dopo l�ultimo allenamento liberer� il gruppo, segnando (forse) in modo netto l�addio di parecchi rossoneri destinati a rientrare ai club di appartenenza: su tutti i goleador Insigne (Napoli) e Sau (Cagliari), il play Salamon (Brescia), il difensore Romagnoli (Milan) e le mezze ali Kone (Atalanta) e Laribi (Palermo). Tuttavia, Casillo e Pavone stanno lavorando per trattenerne qualcuno ed evitare una rivoluzione completa.

Attesa – Nel frattempo, ogni giornata pu� essere buona per la conferma a Foggia di Zeman, che ieri � rimasto a lungo defilato durante il triangolare di fine stagione tra tesserati, dipendenti e fornitori. A rigor di logica, non paiono esserci grandi dubbi sull�opportunit� reciproca di dare continuit� al progetto riavviato (dopo 16 stagioni) nella scorsa estate, puntando stavolta alla B diretta. Ma � anche evidente che il tecnico di Praga e Pasquale Casillo, personalit� forti e poco inclini al primo passo, abbiano ancora pi� di qualcosa da discutere e chiarire prima di annunciare la prosecuzione del rapporto.

Fonte: Roberto Pellegrini – La Gazzetta dello Sport