Catania, Rigoli: �Domani non sar� semplice. Classifica? Dobbiamo camminare veloci�

0
19 views

Il tecnico del Catania Pino Rigoli ha parlato in conferenza pre-gara della partita che domani attende i rossazzurri, in casa contro la Paganese. Ecco le sue dichiarazioni.

�Tutte le gare sono importanti, compresa quella di domani � ha esordito Rigoli � anche in virt� del fatto che non abbiamo raccolto quanto ci aspettavamo. La classifica ci dice che abbiamo 8 punti, significa che dobbiamo camminare veloce. Calil o Paolucci? Sono entrambi convocati. Hanno gi� giocato insieme, potrebbero tornare a farlo. L�impegno di Coppa? Per il momento pensiamo solo alla Paganese, una squadra che in trasferta ha fatto risultati importanti.

Rigoli non si fida della Paganese: �� una squadra organizzata, con giocatori importanti. Il nostro avversario lo conosciamo ma cambia pelle in base a chi affronta, non sar� una partita semplice. Grassadonia loda il Catania? Mi fa piacere il fatto che un mio collega dica queste cose, per� di essere i migliori dobbiamo dimostrarlo sul campo�.

Il tecnico etneo fa il punto sugli infortunati: �Bastrini � in netta ripresa, mi auguro possa rientrare nel corso della prossima settimana. Lo stesso discorso si pu� fare per Parisi, anche lui ha ripreso a correre. Fornito � disponibile per domani, � stato fuori un mese quindi ha bisogno di mettersi alla pari con i compagni�.

Rigoli parla anche dei due esterni offensivi Piscitella e Russotto: �Piscitella ha avuto un attacco febbrile la scorsa settimana, nelle gare precedenti non ha giocato per scelta tecnica. Questa settimana ha lavorato bene, ha voglia di dimostrare quello che vale. Anche lui ha delle possibilit� di essere della partita. Di Russotto dovete chiedere alla societ�. Credo fosse un po� nervoso perch� � capitato tre volte che venisse sorteggiato per i controlli anti-doping. Naturalmente per domani ci viene a mancare una risorsa importante, lui dovr� rifletterci, abbiamo fatto un regalo alla Paganese�.

Tra i convocati ci sono i giovani Graziano e Manneh: �Graziano non lo conoscevo, lo vidi perch� mi serviva un attaccante esterno in allenamento. Lo abbiamo valutato insieme alla societ� e si � deciso di farlo allenare con la squadra. Manneh invece lo conoscevo, ha svolto il ritiro con noi e poi si � fatto male. In questa Berretti ci sono almeno cinque, sei giocatori che possono ben figurare in prima squadra�.

fonte: catania46.net