Catania, Rigoli: �Il rinvio col Fondi non sar� un alibi. Bergamelli non � ancora al massimo�

0
17 views

Il Catania torna a giocare. Dopo pi� di una settimana di pausa a causa dello spostamento della gara contro il Fondi, i rossazzurri ritroveranno il campo, in trasferta, contro la Reggina di Karel Zeman. Ecco le parole del tecnico etneo Pino Rigoli, intervenuto in conferenza stampa.

�Sicuramente il rinvio della partita contro il Fondi per noi � stato un danno � ha detto Rigoli -. Detto questo, non vorrei tornare su questa questione, non pu� essere un alibi. Poteva esserci un epilogo diverso, ma noi domani abbiamo una partita importante. Il nostro atteggiamento dovr� essere sempre lo stesso, propositivo. Di fronte avremo degli avversari che cercheranno di �ammazzarci�, calcisticamente parlando, quindi dovremo essere pronti�.

�La Reggina � una buona squadra e sta vivendo un momento di grande entusiasmo. Societ� blasonata. Il nostro � un 4-3-3 fatto con un centrocampo a rombo, tatticamente siamo diversi rispetto agli amaranto. I loro punti di forza sono il gioco corale, gli attaccanti dinamici ed un buon centrocampo, comandato da Botta. La partita la vincer� chi adotter� il migliore approccio mentale. Il nostro � un gruppo importante, con giocatori tutti sullo stesso valore�.

�Bergamelli? Stiamo cercando di portarlo nelle migliori condizioni. � un difensore importante, ma avendo saltato venti giorni di ritiro e l�inizio della stagione non pu� essere al massimo. Il motivo � soltanto questo. Drausio? Non ho detto che giocher� lui. Chi arriva in Italia ha bisogno di tempi di assestamento. Con gli stranieri siamo riusciti a fare passi da gigante, loro si stanno impegnando per avvicinarsi alle nostre idee. Di Cecco? Sta benissimo, � un giocatore su cui puntiamo. � un ragazzo che tiene tanto a questi colori. Tutti hanno la possibilit� di essere impiegati anche se io poi devo fare delle scelte�.

�Il 4-3-3 di Karel Zeman � simile a quello del padre, che a mio parere � uno dei tecnici pi� bravi in circolazione nella fase offensiva. Il mio credo calcistico? Io sono dell�idea che sia sempre meglio vincere, ma a volte ci sono partite che non si possono vincere e allora � meglio non perderle. Ad Andria ce la siamo giocata fino alla fine, rischiando sia di vincere sia di perdere. Pisseri? Determinante. Quest�anno sta lavorando forte perch� vuole crescere ancora. � un nostro punto di forza �.

fonte: catania46.net