CAVESE: male anche gli ex tecnici

0
18 views

Annata molto sfortunata, quasi disgraziata per il calcio cavese. Non solo per la squadra aquilotta, ma anche per gli allenatori che negli anni passati sono arrivati alla guida della squadra metelliana. Molti ex tecnici della Cavese sono stati vittime dei risultati negativi e di altri problemi che non li hanno certo favoriti in questa stagione, e solo qualcuno tutto sommato ha avuto fortuna. Ezio Capuano guid� i metelliani dal �96 al �99, e in quest�annata � stato scalognato. Dimessosi dall�Eupen (Serie A belga) dopo poche partite senza una vittoria, � passato alla Paganese. Fatto sta che il vulcanico allenatore, pur avendo vinto l�ultima e decisiva partita col Suedtirol, � retrocesso. Nella stessa stagione, a Cosenza, sono stati impegnati due ex aquilotti, Mario Somma, che vinse il campionato di D, e Paolo Stringara, che allen� i metelliani per met� della scorsa stagione. Se Stringara � stato esonerato dopo aver perso malamente a Barletta, invece Somma, che era subentrato proprio al mister di Orbetello, si � dimesso dopo un pareggio senza gol al “San Vito” con l�ultima classificata, ossia la Cavese. Massimo Silva era stato ingaggiato dal Casarano per la sostituzione di Antonio Toma perch� ottenesse la promozione in C2, ma � stato esonerato in gennaio, e al suo posto � stato promosso l�ex Salernitana Fabrizio Caracciolo. Salvatore Campilongo � retrocesso sabato dalla Serie B con il Frosinone. Il tecnico napoletano, arrivato in gennaio, il giorno della sua presentazione aveva promesso che i ciociari non sarebbero scesi di categoria, invece ha raccolto solo 4 vittorie nel girone di ritorno.

Nel 2007-2008 ben tre allenatori sedettero sulla panchina cavese, Renato Cioffi, Aldo Ammazzalorso e Aldo Papagni. Cioffi si � dimesso dalla Casertana in Serie D. Ammazzalorso, che aveva trovato squadra a Teramo, � stato esonerato in favore di mister Cifaldi. Infine, Papagni � finito in discussione dopo la quarta sconfitta di fila patita a Castellammare, ed � stato allontanato dall�Andria. Andrea Camplone nella stagione 2008-2009 propose a Cava un gioco brillante, ma la squadra cedette di schianto nel finale. Quest�anno non � riuscito quasi mai a trovare la giusta quadratura per il Lanciano, e l�undici rossonero, costruito per i playoff promozione, � arrivato ottavo. Agenore Maurizi, che guid� la Cavese nella prima parte della scorsa stagione, sar� impegnato con il Pergocrema ai playout contro il Suedtirol, e ci sar� costretto per aver riportato 18 punti all�andata e 18 al ritorno, con un punto di penalizzazione. Insomma, hanno avuto fortuna solamente Claudio Ottoni, noto a Cava per la “Zona Ottoni”, ed Ezio Castellucci, seguace di Liedholm. A Cava non furono capiti, e quest�anno si sono presi la rivincita. Ottoni ha salvato il Montichiari in Seconda Divisione, Castellucci, con l�Aprilia � statopromosso in C2 .

Fonte: la citt� di salerno