CdS – A Foggia risuona il canto di Gallo

Mister Gallo con Canonico (Foto: Antonello Forcelli)

Ecco quanto riportato in data odierna sulle colonne regionali del Corriere dello Sport.

La panchina, questo rebus. Tanti nomi, pochi indizi. E una certezza: il Foggia vuol farsi guidare dalle decisioni che prenderà la prossima settimana il Collegio di Garanzia del Coni in ordine al ricorso per il ripescaggio in Serie B.

SITUAZIONE PANCHINA. Forse la scelta del tecnico è già presa, ma Canonico probabilmente intenderà motivare la decisione con l’esito del ricorso. Una decisione peraltro accennata durante la conferenza stampa di lunedì 10 luglio, anche se per la verità di tutta la girandola di nomi circolata finora il presidente sostiene di non averne preso in considerazione «nemmeno uno». Qualche indizio qua e là vien fuori tuttavia. Nei giorni scorsi è trapelata l’indiscrezione di un contatto con Silvio Baldini, tecnico di grande spessore umano e professionale, a pensarci bene il nome giusto in questo momento per il Foggia sospeso tra la C e la B. Ma diciamo anche che le chance di vincere la sua partita per il club rossonero sono ridotte al lumicino, bloccare un tecnico con esperienza tra i cadetti potrebbe apparire velleitario se poi si dovesse ripartire dalla Lega Pro. E allora bisognerà anche individuare un piano B, non è detto che il Foggia già non ce l’abbia. I nomi in circolazione sono sempre gli stessi, sebbene Canonico dica esattamente il contrario. Un pensierino a Michele Pazienza sembra inevitabile non farlo, tanto più che l’ex tecnico dell’Audace Cerignola è ancora libero da impegni. Altri tecnici di categoria valutati: Lucarelli, vincitore di un campionato con la Terna-na, indicherebbe programmi di vertice (come chiedono i tifosi). Ciò non toglie tuttavia che il Foggia, dopo quel po’ di stagione che si è lasciato alle spalle, possa programmare la salvezza per la prossima stagione. E dunque tutti gli allenatori accostati ai rossoneri. nonché colui che sarà il prescelto, dovranno per forza di cose resettare gli obiettivi di stagione sulla base di quel che si aspetta la piazza e sulle motivazioni della squadra che ha sfiorato la B (i cui due terzi sono ancora in maglia rossonera).

LA GRANDE SUGGESTIONE. Così la ricerca della società dovrà per forza di cose considerare tutta una serie di fattori che tengano conto della voglia matta della piazza di salire dalla C. Registriamo peraltro da questo punto di vista alcune voci che vorrebbero il ritorno di Fabio Gallo sulla panchina, il tecnico vero artefice del cambio di passo in stagione. Si vocifera che i rapporti con Canonico, pessimi dopo il divorzio, siano migliorati tanto è vero che Gallo fu contattato prima che il Foggia telefonasse a Mario Somma. E se non fosse questo un indizio attendibile?