CONSIGLI PER GLI ACQUISTI: Michele Siano

0
25 views

Nonostante la sua Cavese sia retrocessa malamente e rischia malinconicamente il fallimento, � stato una delle note liete della stagione dei metelliani. Parliamo del centrocampista Michele Siano che a inizio stagione, prima che un infortunio lo frenasse, si � messo in luce come uno dei centrocampisti pi� promettenti della Prima Divisione. Infatti, seppur sia solamente un classe ´91, Siano gode di un´ottima tecnica individuale, residuo di quando da ragazzino fungeva da trequartista offensivo, alla quale nel corso degli anni ha aggiunto una corsa podistica da maratoneta. Centrocampista, dotato di un tiro potente, completo, nonch� estremamente duttile dal punto di vista tattico dato che pu� agire in tutti i ruoli della mediana, con una predilezione per il centro-sinistra da mezzala con licenza di offendere alla Iniesta. Caratteristiche che gli sono valse la nomination della nostra rubrica denominata “I consigli per gli acquisti” mediante la quale vogliamo farvi conoscere da vicino il centrocampista nativo di Capaccio (SA).

Michele, partiamo dall´ultima annata che ti ha visto essere una delle poche note liete della Cavese, che purtoppo � retrocessa…

“A livello personale la considero una stagione positiva dato che, soprattutto all´inizio, ho giocato titolare, poi un infortunio mi ha un p� frenato e la girandola di allenatori non mi ha permesso di giocare con continuit�. L´unica nota negativa della stagione per� � la retrocessione che rappresenta l´epilogo di un´annata nata male e finita peggio per il club”.

Per chi non ti conoscesse, presentati un p�: che centrocampista � Michele Siano?

“Sono un centrocampista molto duttile dal punto di vista tattico dato che posso ricoprire tutti i ruoli del centrocampo. Mi piace inserirmi in avanti e sono freddo sotto porta. Il ruolo che prediligo � quello di mezzala sinistra con licenza di inserirmi in attacco e andare al tiro. Da piccolo eccellevo per la tecnica di base, crescendo invece sono maturato molto dal punto di vista tattico e del dinamismo”.

Hai un modello nel tuo ruolo al quale ti ispiri?

“Il mio punto di riferimento � Daniele De Rossi, anche se il mio idolo di quando ero bambino – essendo io interista – � Ronaldo. In campo il Fenomeno faceva cose spettacolari”.

Hai iniziato da centrocampista o da bambino giocavi in un altro ruolo?

“Quando arrivai a Cava ero un trequartista-seconda punta, poi negli ultimi anni mi sono disciplinato tatticamente e sono diventato un centrocampista a tutto campo”.

Qual´� il tuo sogno nel cassetto da calciatore?

“Il desiderio che cullo � quello di arrivare in Nazionale, ho gi� avuto alcune esperienze in maglia azzurra con la rappresentativa di Lega Pro, spero che un giorno il mio sogno di giocare nella Nazionale italiana si possa realizzare. Sono ancora giovane e con il lavoro quotidiano posso solo migliorare, per arrivare un giorno a centrare questa mia ambizione”.

Nel tuo immediato futuro ci sar� ancora la Cavese o sei stato contattato da altri club?

“Per adesso a causa di problemi societari viviamo in una situazione di stallo, per� posso confermarti che la mia prima scelta � quella di restare alla Cavese. Non ne faccio una questione di categoria, per me l´importante � giocare con continuit�”.

L´anno prossimo la regola dei ´91 potrebbe avvantaggiarti…

“Non ti nego che effettivamente essere un ragazzo nato nel ´91 l´anno prossimo mi porter� a giocare e magari a conquistare una maglia da titolare pi� facilemente”.

In mezzo al campo in campionato ti sei trovato di fronte tanti centrocampisti importanti: ci fai il nome di uno che ti ha impressionato particolarmente?

“Vedendolo faccia a faccia come avversario sono rimasto colpito da De Liguori della Nocerina che, oltre ad una tecnica da categoria superiore, ha un furore agonistico incredibile”.

Abbiamo analizzato il Siano calciatore, com´� invece di carattere Michele?

“Sono un ragazzo normalissimo, molto socievole ma tranquillo al tempo stesso. Se devo dirti una mia caratteristica particolare punto sulla forza e la determinazione che mi ha permesso di superare alcuni dispiaceri che la vita mi ha purtroppo dato”.

Visto che adesso siete in vacanza, chiudiamo con la tua giornata ideale estiva: come la passi?

“Essendo iscritto al primo anno alla facolt� di Scienze Motorie all´Universit� di Napoli, la mattina la passo a studiare. Il pomeriggio invece mi alleno e faccio qualche corsetta per tenermi in forma e se capita mi destreggio in qualche partitella di calcetto con gli amici. La sera invece mi piace passarla in compagnia sempre dei miei amici”.

Fonte: tuttolegapro