Cuore da ultr� sentite Pel�!

0
20 views

Un curioso viaggio in un mondo bersagliato dalla critica: GLI ULTRAS! Guida straordinaria: Riccardo Tondolo (detto Pel�) responsabile della Curva Nord andriese.

Da tempo il pallone rotola su binari sempre pi� economici, ma l�onore, l�attaccamento alla maglia restano l�, tra cori e coreografie, nel cuore del 12� uomo: gli ultras! Parte integrante e non marginale del meraviglioso spettacolo chiamato calcio!
Un recente studio di impostazione sociolinguistica, analizzando gli striscioni esposti dagli Ultras della Fiorentina, ha infranto l�immagine di ultr� costruita dalla letteratura moderna. Il risultato � davvero curioso!

Gli striscioni si dimostrano infatti non come mezzo di disagio sociale, ma piuttosto di rivendicazione identitaria, dalle connotazioni culturali articolate e complesse che non mostrano correlazione alcuna con fenomeni di tipo violento, ma bens� con un nuovo modo di essere ultras che non esplicita la sua essenza nello scontro fisico, ma nell�affermazione culturale.

Eppure Riccardo, la CURVA � tutt�ora etichettata come habitat naturale del selvaggio, del cattivo.

B� io sono convinto che prima di giudicare un mondo bisognerebbe prima esplorarlo. Il nostro va vissuto giorno per giorno!

Cosa vuol dire essere ultr� quindi?

Passione, amicizia, fratellanza, impegno quotidiano nell�obiettivo comune: sostenere la propria squadra. La partita � solo il manifesto di un coinvolgimento vissuto durante l�intera settimana.

Ti scopri concorde con le conclusioni dello studio sopra citato?

Certo! Chi � ultr� ne intende ciascuna parola! E poi, al di l� di qualsiasi strumentalizzazione mediatica, i gruppi organizzati sono davvero cambiati negli ultimi anni.

Sicuramente, ma gli incidenti seppur di rado, continuano a verificarsi.

Certo, ma si tratta solo di qualche avvenimento sporadico, inevitabile se c�� di mezzo la folla! (Lo diceva gi� Manzoni!). Una serata in discoteca, un concerto, una manifestazione popolare, presentano gli stessi rischi� solo che non se ne parla.

Poi attenzione! Specie nel Sud Italia, i gruppi organizzati rappresentano un punto di riferimento per citt� in condizioni di disagio sociale imbarazzanti. Ora gli enti governativi mirano ad eliminarci! Noi abbiamo il nostro codice etico, fatto di regole rigidissime, immagina un po� tu se venissero a mancare. Sarebbe anarchia!

Le curve sono molto pi� propense ad accettare una regola del proprio gruppo, piuttosto che un�intimidazione da parte delle forze di polizia. La situazione precipiterebbe ai limiti dell�incontrollabile!

Ma non solo. Molte iniziative di beneficienza in simbiosi col calcio (tipo amichevoli pro Borgonovo) sono realizzabili soprattutto grazie al sostegno del tifo organizzato.

Un calcio senza Ultr� non riesco proprio ad immaginarlo!

Un punto sulla stagione in corso invece?

Sicuramente positiva, del resto siamo tra le tifoserie pi� applaudite d�Italia, basti pensare che tra le big, sinora non abbiamo affrontato solo Milan, Inter e Parma. Chiedo per� pi� cuore, pi� calore, pi� sostegno e non solo presenza, specie negli altri settori.

Un messaggio prima dei play – out?

Il calcio � patrimonio della nostra citt�. Sosteniamolo!!!

Fonte: andrialive.it