Ferrante:”Anche il Foggia mi ha cercato”

0
18 views

Tra le offerte che il mercato degli svincolati propone a presidenti e direttori sportivi, c’è un bomber di razza capace di violare le porte degli avversari per ben 171 volte tra i professionisti. Si tratta di Marco Ferrante (36), attaccante ex Napoli, Torino e Inter fra le altre, reduce da una travagliata stagione vissuta tra Verona e Pescara e attualmente svincolato. Tuttomercatoweb lo ha contattato in esclusiva, per cercare di capire quali sono le intenzioni del centravanti nativo di Velletri: tante offerte dalla C1, col Gallipoli che sembra attualmente in pole position.

A bruciapelo: quante squadre hanno cercato Marco Ferrante?
“Tante. Moltissime squadre di serie C si sono fatte sentire nelle ultime settimane, ma ho ricevuto offerte anche dall’estero, in particolare dalla Russia, dalla Repubblica Ceca e da Dubai. Nei prossimi giorni potrei prendere una decisione, ma essendo libero non intendo trarre conclusioni affrettate”.

La solletica un’esperienza all’estero?
“E’ una delle possibilità, come detto. Ma, sinceramente, preferirei continuare in Italia: ho iniziato la mia carriera nel mio Paese e nel mio Paese vorrei concluderla. Col mio procuratore stiamo valutando: cerco una piazza nella quale ci sia un progetto serio e la tranquillità giusta per poterlo realizzare”.

Come si tiene in forma?
“Mi alleno da solo, seguito da un personal trainer. A 36 anni, è decisivo mantenersi sempre in ottime condizioni e sotto questo punto di vista posso ritenermi soddisfatto: mi sento decisamente bene, pronto a tornare in campo. Non ho nessuna intenzione di appendere le scarpe al chiodo”

Nei giorni scorsi il suo nome è stato accostato a quello del Potenza. C’è stata una trattativa?
“Sì, così come ci sono stati contatti con Sorrento, Martina, Foggia, Cavese, Gallipoli in maniera particolare. A queste, vanno aggiunte delle chiacchierate con la Cremonese e diverse richieste dalla serie B. Per la cadetteria sussiste il problema delle liste, quindi è una situazione un po’ delicata. Ad ogni modo io preferirei mantenere la categoria, rimanendo nel campionato cadetto ed evitare il declassamento in C1, serie che non ho mai frequentato. Ma tra le proposte presentatemi ce ne sono di particolarmente interessanti: ho trovato molto ambizioso il progetto del Gallipoli, così come quello della Cremonese…

A Cremona ritroverebbe il suo vecchio mentore, Emiliano Mondonico
“Sì, il mister mi ha allenato a Torino e con lui c’è un ottimo rapporto”.

122 reti in 260 incontri, secondo cannoniere di sempre alle spalle di Paolino Pulici: non posso esimermi dal chiederle un parere sull’avvio di stagione del suo Torino
“Il Toro ha un ottimo organico e può puntare a traguardi ambiziosi che, per scaramanzia, non esplicito. Diciamo che potrebbe ripetere l’exploit dell’Empoli dello scorso anno, magari partendo a fari spenti e raggiungendo un obiettivo che i tifosi attendono da tempo. Quando ero all’Inter ho avuto modo di giocare assieme ad Alvaro Recoba: un talento inespresso che in granata potrà trovare gli spazi giusti per esprimere tutte le proprie potenzialità, in un ambiente che, a parte Rosina, non ha prime donne”.

Fonte: Tuttomercatoweb.com