Foggia e la sua domenica bestiale

0
23 views

E ci risiamo! Anche oggi pomeriggio contro la Tritium il Foggia ha mancato la grande occasione di allungare in classifica per confermare quanto di buono si era visto nella trasferta vittoriosa di Viareggio. Dopo il brillante colpaccio toscano l�ennesimo tonfo interno, il quinto, della stagione al termine del quale � partita la grande contestazione del popolo rossonero al grido: �Vergognatevi!�.
Che il pomeriggio non fosse cominciato sotto i migliori auspici lo si era capito sin dalla immediata vigilia della sfida alla simpatica truppa della Tritium del tecnico Boldini. Poco pubblico sugli spalti, aria di contestazione alla Societ� con pesanti striscioni rivolti a Pasquale Casillo e calciatori beccati sia all�intervallo, con il risultato ancora di 0-0, ma soprattutto al termine quando le due curve dimostravano chiaramente il loro disappunto alla irritante prova dei rossoneri di Stringara.
Un match, quello odierno che si stava avviando verso un giusto e scialbo 0-0, risultato che la Tritium avrebbe sottoscritto alla vigilia, ma che si � sbloccato per una ingenuit� su calcio di punizione dal limite dell�area dei biancocelesti mal sfruttato ed una repentina ripartenza sulla quale il nuovo entrato Sinato beffava Ginestra con un pallonetto da centrocampo che batteva il nostro numero uno colpevole di una uscita affrettata e avventata.
Ma quello che pi� preoccupa � il nervosismo che il tecnico Stringara ha dimostrato anche oggi in sala stampa ma che aveva gi� lasciato trasparire dopo la sconfitta interna con il Como. Che senta forte la responsabilit� della ennesima debacle di oggi figlia di scelte sbagliate? E che dire poi dello sfogo di Paolo Ginestra che si � indignato e vergognato per una frangia del tifo organizzato che avrebbe contestato e compromesso il morale della maggior parte dei rossoneri in campo che avrebbero risentito, a suo dire, di un clima ostinato nei loro confronti?
Dalla tribuna stampa si � sentito forte ed alto l�invito del popolo rossonero al patron Casillo ad andare via da Foggia ma la squadra � stata comunque sempre sostenuta almeno fino al gol degli ospiti quando, a giusta ragione, la delusione e lo scoramento avevano preso il sopravvento.
Dei veri professionisti, pur se in verde et�, dovrebbero vivere distaccati queste situazioni e dare sempre il massimo impegno e cercare degli alibi sicuramente non � la migliore panacea a tutti i mali. Ci chiediamo. E se i veri problemi fossero altri?
Giusto il risentimento del tecnico Stringara quando lamentava la mancata decisione della Lega di anticipare la gara di Catanzaro al marted� e addirittura decidere per il rinvio della gara della Tritium con il Piacenza. In effetti il campo pesante di Catanzaro e le tante ore di viaggio hanno pesato sulle gambe dei rossoneri che comunque oggi, ad onor del vero, aveva in campo una formazione diversa rispetto agli elementi utilizzati in Calabria.
Siamo dell�avviso che la situazione in casa Foggia stia precipitando e vogliamo augurarci che tutto l�ambiente prenda coscienza del particolare momento negativo che si vive a livello calcistico e faccia fronte unico per uscire dal tunnel in cui ci si � infilati. La salvezza della squadra e del calcio � fondamentale per una citt� allo sbando in tutti i campi. I processi lasciamoli a salvezza ottenuta quando si dovr� giocare la partita pi� importante quella della sopravvivenza.

foto: antonello forcelli