Foggia, serve battere la Juve Stabia per essere miglior seconda

Nel 34� ed ultimo turno della regular season di Lega Pro girone C la Juve Stabia ospiter� al “Romeo Menti” il Foggia.

La Juve Stabia occupa il 10ᄚ posto in graduatoria, con 42 punti conquistati, 9 vittorie ed altrettante sconfitte e ben 15 pareggi, ed una differenza reti di +2 derivante dalle 44 reti segnate a fronte delle 42 subite.
Tra le mura amiche del proprio stadio le “vespe” hanno messo in cascina 23 punti, frutto di 5 successi, 8 segni “X” e 3 perse.
Nelle ultime 5 partite i campani hanno raccolto ben 10 punti, tuttavia i giallobl� hanno interrotto, perdendo 4-0 nell´ultimo match disputato a Monopoli, la serie positiva di 1 pareggio e 3 vittorie.
Mister Zavettieri, a salvezza ormai ottenuta ma con ancora qualche speranza di raggiungere il 9� posto che varrebbe la qualificazione alla TIM Cup 2016/17, potrebbe schierare un 4-4-2 con Polito in porta; difesa composta da Cancellotti, Polak, Navratil e Liotti; a centrocampo Maiorano e Favasuli dovrebbero agire al centro, con Lisi ed uno tra Grifoni e Gatto; in attacco pare essere certo della maglia da titolare Diop mentre � ballottaggio tra Gomez e Del Sante.

Il Foggia arriva a Castellammare con la consapevolezza di essere la migliore 2^ tra tutti i gironi, grazie all´importante quanto irraggiungibile +28 nella differenza reti, e con la certezza di poter mantenere questa posizione in caso di successo.
Tuttavia nelle ultime 5 partite esterne in campionato il Foggia ha raccolto solo 6 punti, grazie alle vittorie a Monopoli e Caserta, precedute dalle sconfitte di Andria e Messina, e seguite da quella di Cosenza.
Continua ad essere piena l´infermeria, con i lungodegenti che non riescono a recuperare, lasciando i “Satanelli” senza 4 difensori (Angelo, Lanzaro, De Giosa ed Agostinone), oltre al portiere Narciso, il centrocampista Riverola e l´attaccante Viola.
Due sembrano quindi essere le alternative principali di mister De Zerbi, che dovr� tenere conto anche delle diffide di Gigliotti e Vacca: il 4-3-3 o il 3-4-3.
Nel primo caso la difesa a protezione di Micale sarebbe composta da Gerbo in posizione di terzino destro, cos� come fu nel match di Coppa Italia proprio contro la Juve Stabia, Loiacono e Coletti agirebbero da centrali con Di Chiara terzino sinistro; a centrocampo Quinto fungerebbe da mediano tra le mezzali Agnelli e Maza; attacco composto dal trio Sarno, Iemmello ed uno tra Floriano ed Arcidiacono.
Nel secondo caso, a difesa di Micale potrebbero schierarsi Gerbo, Coletti e Loiacono; centrocampo a 4 con Chiric� e Di Chiara esterni e cerniera centrale composta da Agnelli e Quinto; attacco con Sarno e Maza ai lati di Iemmello.

Diriger� il match il Sig. Francesco Guccini di Albano Laziale, coadiuvato dai Sigg. Riccardo Fabbro e Tommaso Diomaiuta, rispettivamente delle sezioni AIA di Roma ed Albano Laziale.

Probabili formazioni:

Juve Stabia (4-4-2): Polito; Cancellotti – Polak – Navratil – Liotti; Lisi – Maiorano – Favasuli – Grifoni (Gatto); Diop – Gomez (Del Sante)
All.: Sig. Nunzio Zavettieri

Foggia (3-4-3): Micale; Gerbo (Gigliotti) – Coletti – Loiacono; Chiric� – Quinto (Gerbo)- Agnelli – Di Chiara; Sarno – Iemmello – Sainz-Maza
All.: Sig. Roberto De Zerbi

foto: Antonello Forcelli