Foggia: Zemanlandia sembra lontana

0
399 views
Mister Zeman durante Foggia-Taranto (foto: Antonello Forcelli)

Il suo ritorno ha riportato dei ricordi densi di significato, emozione e condivisione. Zdenek Zeman all’inizio di quest’anno ha ripreso in mano uno dei progetti che meglio gli sono successi durante la carriera: il Foggia.

Le scommesse online sul calcio segnalano in maniera chiara ed evidente le varie favorite delle diverse leghe professionistiche del calcio italiano. Il girone C di Lega Pro sulla carta doveva essere territorio di caccia e conquista del Bari, che già aveva sfiorato la promozione durante la scorsa annata e, anche quest’anno, la squadra pugliese vuole riconfermarsi in vetta alla classifica.

Il girone

Dietro il Bari, come detto favorito in maniera netta anche in virtù dell’ottimo inizio realizzato dai portieri, ci sono un manipolo di squadre blasonate ma acerbe, partite coi piedi bassi, ma che ora si apprestano a voler risalire la china. Dal Catanzaro secondo in classifica all’Avellino, dal Foggia al Palermo.

Un inizio di stagione che conferma le aspettative di tifosi e addetti ai lavori sull’operato di un allenatore così anziano, e che indica il trend in vista delle prossime settimane e dei mesi successivi. In questo contesto, l’allenatore Zdenek Zeman sta sicuramente facendo bene alla guida del Foggia che sembra tornato alla normalità, sia a livello psicologico e mentale, sia a livello tecnico.

Dopo essere quasi arrivati a un terzo del campionato, e potendo dunque andare a concludere le prime analisi, si evince come il campionato di Lega Pro e il suo girone C siano lontani parenti di ciò che sta accadendo ai piani alti. In Serie A e in Serie B quest’anno non c’è assolutamente una grande favorita per la vittoria dello scudetto a fine stagione, dal momento che chi era già forte si è indebolita e chi si è indebolita si è rinforzata, pur non avendo concluso in modo trascendentale.

Zdenek Zeman

Ecco poi che, dopo anni, si parla ancora di Zdenek Zeman e dei suoi giocatori, che stanno man mano prendendo sempre più consapevolezza della pulizia tecnica richiesta dal tecnico boemo di modo da poter praticare il calcio da lui desiderato, forse poco attento in fase difensiva, ma di sicuro votato all’attacco con una buona dose di giocatori che attacca l’area di rigore avversaria.

Per il Foggia l’obiettivo è chiaro e riguarda una comoda qualificazione ai playoff in vista della lotteria di fine stagione. In questo senso, stanno dimostrando un forte spirito di squadra e una spiccata intelligenza calcistica proprio i giocatori più esperti, capaci di guidare chi ha qualche anno di meno. Da Merkaj a un’interessante promessa come Mirko Pinna, dal portiere a Davide di Pasquale: l’esperienza è una delle pietre angolari a cui si è creato un contesto in cui Zeman può finalmente mettere in pratica il suo credo.

Dopo poche giornate dall’inizio dell’annata ci sono tutti gli elementi che possono portare a pensare che il Foggia resti nelle posizioni avanzate in classifica fino a fine stagione. Un campionato duro, forse il peggiore tra i tre gironi di Serie C, ma anche il chiaro obiettivo di migliorare per poter arrivare con diverse speranze e non solo di testa.