GELA: il presidente Tuccio cerca di fare chiarezza

0
21 views

Con un lungo comunicato ufficiale, il Gela – per bocca del suo presidente Angelo Tuccio – fa il punto della situazione sul futuro del club, ribadendo ancora una volta la disponibilit� a cedere le quote societarie affinch� si dia continuit� e rilancio alla storia del Gela.

Ecco il testo integrale della nota: “Con riferimento alla situazione economico-finanziaria della Societ� Gela Calcio SpA, ed alle interviste sulle TV locali e sui giornali che abbiamo visto e letto in questi ultimi giorni, riteniamo utile ribadire i dati veri alla pubblica opinione, poich� si � creata una certa confusione negli sportivi gelesi dovuta a notizie infondate e lontane dalla realt�.

1 – COMPETENZA COVISOC
Confermiamo che gli Ispettori della COVISOC hanno certificato la ISCRIVIBILITA� del Gela Calcio al prossimo Campionato di 1� Divisione della LegaPRO in quanto hanno potuto verificare e documentare che la Societ� ha gi� pagato tutte le spettanze fino al mese di Aprile 2011 a tutti i suoi tesserati.
Qui si ferma la competenza della verifica COVISOC per lメiscrizione al prossimo campionato.

2 – COMPETENZA LEGAPRO
Inoltre per l�iscrizione al prossimo campionato la LegaPRO dovr� ricevere evidenza documentale, sempre entro il 30.06.2011, del pagamento del saldo IVA, IRAP e altre Imposte, il cui importo totale ammonta a circa � 300.000 e che la Societ� ad oggi non ha ancora potuto pagare per mancanza di liquidit�.
Qui si ferma la competenza della verifica della LegaPRO per lメiscrizione al prossimo campionato.

3 ヨ ALTRE INCOMBENZE
Infine la Societ� deve ancora onorare il saldo per circa � 63.000 delle fatture verso i propri Fornitori.
Questo debito non ha nessuna influenza sulla iscrivibilit� al prossimo campionato.

Come si evince dai DATI VERI, sopra esplicitati, la Societ� Gela Calcio SpA ha ancora DEBITI da onorare per un importo complessivo di circa � 363.000, dei quali circa � 300.000 sono necessari entro il 30.06.2011 per l�iscrizione al prossimo campionato, che purtroppo non possiamo onorare.
Confermiamo inoltre che la Societ� ha anche dei CREDITI dalla LegaPRO per circa � 200.000 che ricever� solo nel corso della prossima stagione 2011-2012, un CREDITO di � 50.000 con la Provincia di Caltanissetta che dovremmo ricevere a breve e soprattutto un CREDITO di � 400.000 con il Comune di Gela il quale, ad oggi, non ha ancora onorato completamente gli impegni economici sottoscritti il 27.08.2010 da tutti i Capigruppo, dal Presidente del Consiglio Comunale, alla presenza del Sindaco e di tutti i giornalisti di Gela, come si evince dal �Verbale Conferenza dei Capigruppo�.

Se il Comune di Gela NON PUO� oppure NON VUOLE o addirittura NON DEVE onorare gli impegni sottoscritti con la Societ� Gela Calcio SpA non ha nessuna importanza, resta il fatto che st� provocando gravi difficolt� finanziarie alla Societ� mettendone a rischio la sopravvivenza.
Se il Comune di Gela nell�Agosto 2010 non era nelle condizioni economiche di sottoscrivere quell�accordo, perch� ha il Bilancio in condizioni disastrate, non avrebbe dovuto prendere impegni mettendo cosi nei guai la Societ� Gela Calcio SpA, quando si firma un accordo bisogna rispettarlo e assumersi le proprie responsabilit� onorando gli impegni, a maggior ragione se si tratta di amministrare risorse pubbliche, � irricevibile la giustificazione �si � fatto il possibile� senza sentire il peso delle responsabilit� assunte e le conseguenze che si provocano ad una societ� privata come il Gela Calcio, ma che gestisce un BENE PUBBLICO come la squadra di calcio della Citt�.
Eメ scandaloso il silenzio assordante da parte di tutti, in merito a questa vicenda, nessuno ha inteso informarsi, chiedere spiegazioni, sollecitare il rispetto di un accordo firmato da tutti i Capigruppo di tutti i partiti. Incredibile.
Forse � una questione pi� profonda che a causa della nostra inadeguatezza intellettuale non riusciamo a cogliere in pieno, possiamo azzardare qualche spiegazione e forse � una questione di EQUILIBRIO, infatti, non essendoci nella Nostra Citt� un cinema, un teatro, un bowling, una biblioteca e tutte le altre �diavolerie� simili perch� difendere l�esistenza dell�unico gioiello della Citt�. Appunto equilibrio.
Forse la spiegazione � molto pi� banale e drammatica, perch� a volte viene il sospetto che non abbiamo uno straccio di idea sul LIVELLO QUALITATIVO DEGLI STANDARD DI VITA che vogliamo dare alla Nostra Citt�, ma � solo un sospetto.

Infine, come abbiamo sempre ribadito, siamo pronti a cedere a terzi l�intero pacchetto azionario della Societ�, affinch� si dia continuit� e rilancio ad un Nuovo Progetto Calcistico all�altezza della nostra Citt�, sappiamo, che in questi giorni il Sindaco di Gela si st� impegnando per trovare una Nuova Propriet� e Nuovi Sponsor per scongiurare la fine del calcio nella Nostra Citt�, abbiamo coscienza delle difficolt� che st� incontrando, le abbiamo vissute quotidianamente per 5 lunghi anni sulla nostra pelle, conosciamo bene l�insensibilit� e il disinteresse degli imprenditori gelesi, ma se il destino del calcio gelese � gi� scritto, cerchiamo almeno di rispettare gli ultimi giorni della nostra gloriosa storia calcistica con stile e dignit�, la lealt� e la correttezza pagano sempre anche quando si ha l�ingrato compito di scrivere, inermi, la fine di un sogno della comunit� gelese, sogno solamente sportivo certo, ma motore di positivit� e orgoglio, peccato che molti, moltissimi, lo capiranno solo fra qualche anno, forse”.

Fonte: tuttolegapro