Giglio: “I gol? Ci penso io”

0
23 views

Tanto per confermare le sue qualit� degli ultimi tre lustri, spesi nella vecchia serie C, dove � andato sempre a bersaglio con regolarit�. “Giocare bene � importante� premette il centravanti, 34 anni �. Per un attaccante, per�, contano soprattutto i gol. E io voglio partire col piede giusto gi� da Santa Maria Capua Vetere. Sarebbe importante per me, per la squadra, per la societ� e per i tifosi”. Gi� rotto il ghiaccio in rossonero: prima rete ufficiale a Termoli, 15 giorni fa in Coppa, seppure inutile a evitare il k.o. (1-2).

101 reti – Sfondato il muro delle 100 marcature in carriera (“Sono 101 e ci tengo tantissimo: � un obiettivo importante”), Giglio � pronto a trascinare in alto il Foggia a suon di prodezze. “Ho 34 anni, ma non mi sento affatto vecchio; almeno, non abbastanza per tornare a giocare tra i professionisti… In ogni modo, � meglio partire un po� a fari spenti: impegniamoci e facciamo parlare il campo”.

Come in C – Il d.s. Di Bari l�ha convinto a scendere in D per la prima volta, assicurando cos� alla squadra uno specialista del gol: fondamentale, nell�auspicio di issare subito i rossoneri nella zona nobile della classifica. “Potr� apparire banale, ma in una piazza cos� non ci si pu� sentire tra i dilettanti. E poi, il nostro girone di D equivale a una serie C: questo, per�, dovr� indurci anche a lottare duramente “.

Battesimo – Ieri sera, tanto entusiasmo davanti allo stadio per la presentazione del nuovo Foggia, rallegrata dalle gag delle �iene� Pio&Amedeo e dell�imitatore Stefano Bucci. Per i rossoneri, anche la �prima� del nuovo inno rap creato dai �Tavola 28�. Infine, l�appello dei dirigenti a sottoscrivere abbonamenti: finora poco meno di 300, al di sotto delle attese. Stamani il tecnico Padalino guider� la rifinitura a Ordona.

Fonte: La Gazzetta dello Sport