Il Foggia espugna il campo della Spal

0
21 views

Il Foggia espugna il Paolo Mazza di Ferrara e si porta a pi� tre dalla zona play out. Il due a uno ai danni della Spal vale oro, seppur giunto al termine di novanta minuti roventi dentro e fuori dal campo. Forse pi� di quanto si deva in un pur sentito scontro salvezza. Polemiche arbitrali e tanta paura di perdere hanno fatto da sfondo alla partita. La civile contestazione dei tifosi alla squadra, inasprita nel corso dell�ultima settimana, ha mandato nel frullatore cervello e gambe dei rossoneri, a tratti poco lucidi e goffi. I passaggi elementari fuori misura e i controlli di palla difettosi si sono susseguiti con eccessiva costanza.

LA GARA � I primi quarantacinque minuti di gioco non brillano per emozioni e qualit�. Il Foggia parte a spron battuto e dopo due minuti arrivano al tiro con Giovio, ma ben presto si adegua all��andamento lento� del match. Al 26� il primo episodio dubbio. Meduri interviene su Rossi lanciato a rete. L�emiliano chiede il fallo da rigore, il dauno un tocco di mano. L�arbitro lascia continuare. Il Foggia non riesce a prendere le redini del centrocampo e al 34� effettua gi� il promo cambio: fuori l�incontrista Wagner, dentro il regista Perpetuini. Al 36� il Foggia vacilla: Lanzoni liscia il pallone, Arma � l� e cerca il tiro dal limite dell�area piccola, ma viene murato dallo stesso difensore in ripiegamento disperato.

RIPRESA AD ALTA TENSIONE � Nella ripresa il Foggia prova subito a spingere. Al 4�st Agodirin parte in contropiede solitario. Castiglia in scivolata da tergo lo falcia, colpendolo sul piede d�appoggio. L�arbitro sventola il rosso e lo spedisce sotto la doccia in anticipo. La gara sembra mettersi in discesa per Tomi e compagni, ma la Spal ha un guizzo d�orgoglio e si spinge in avanti. Al 9�st, sugli sviluppi di un angolo, Zamboni, Giovio e Gigliotti cadono in area. L�episodio dubbio viene punito con un calcio di rigore. Sulla palla si porta Arma e non sbaglia. I rossoneri si scuotono e si riversano in attacco. Al 12�st Agodirin viene falciato in area da Zamboni. Anche in questo caso � rigore, lo trasforma Gigliotti con un sinistro secco a fil di palo. Dopo quattro minuti � Giovio a reclamare il terzo penalty, per un contrasto in area su cross di Perpetuini. L�arbitro interverr� solo al 22�st su Arma. Il calciatore marocchino anticipa di mano Ginestra e scaglia il pallone in porta a gioco fermo. Per lui arriva il secondo giallo e l�espulsione.

FINALE THRILLING – Con la Spal in 9 il Foggia cinge d�assedio gli avversari, non riuscendo tuttavia a penetrare nelle loro maglie difensive. I padroni di casa sfiorano addirittura il vantaggio in contropiede con Melara, ma Ginestra salva in uscita disperata. Gli emiliani rallentano il ritmo, mentre i rossoneri infilano una serie di errori marchiani in fase di palleggio. Ad un minuto dal fischio finale Stringara sposta il centrale Lanzoni in attacco: sar� la mossa vincente. Ad un minuto dalla fine il Foggia recupera palla in un contrasto difensivo. Bedin rimane a terra dolorante ad una gamba, ma l�arbitro non ritiene grave l�infortunio e decide di non fermare il gioco. L�azione prosegue sulla sinistra. Molina mette a terra un cambio di gioco di Perpetuini, salta in velocit� l�avversario, arriva sul fondo e serve al centro un rasoterra che Lanzoni deve solo spingere in rete. La panchina scatta in campo per esultare ma la Spal protesta ferocemente. Ci vuole qualche minuto per placare gli animi in campo. Di l� a poco arriva anche il fischio finale.

SPOGLIATOIO � Stringara commenta a caldo il risultato dei suoi ragazzi: �Credo che l�arbitro abbia valutato bene gli episodi della gara. Anzi, forse proprio il rigore assegnato alla Spal mi � sembrato quello meno chiaro. Questi tre punti servono pi� per la classifica che per il morale. Abbiamo giocato con il cuore, proprio come ci chiedono i tifosi. Sbagliamo troppi controlli di palla e non � normale per dei ragazzi che provengono dai migliori settori giovanili d�Italia�.

IL TABELLINO – SPAL 1907 (4-1-4-1): Capecchi; Cosner, Zamboni, A. Vecchi, Canzian (88ᄡ G. Rossi); Agnelli; Melara, P. Rossi (51ᄡ Bedin), Castiglia, Laurenti (77ᄡ Beduschi); Arma. A disp. Teodorani, Migliorini, Fortunato, Marconi. All. Stefano Vecchi U.S. FOGGIA (3-4-3): Ginestra; Traore, Lanzoni, Gigliotti; Molina, Meduri, Wagner (35ᄡ Perpetuini), Tomi (46ᄡ Frigerio, 77ᄡ Cruz); Agodirin, Defrel, Giovio. A disp. Botticella, Toppan, Cardin, Cortesi. All. Paolo Stringara ARBITRO: Mirko Olivieri di Palermo (Schembri-DᄡApice) MARCATORI: 54ᄡ Arma (rigore, SP), 59ᄡ Gigliotti (rigore, FG), 89ᄡ Lanzoni (FG). AMMONITI: Tomi, Traore, Gigliotti, Perpetuini (FG); P. Rossi, Arma, Capecchi, Agnelli (SP). ESPULSI: al 49ᄡCastiglia (SP) per gioco violento, al 68ᄡ Arma (SP) per doppia ammonizione. NOTE: Giornata fredda, leggera nebbia, terreno gibboso. Spettatori 1.773 (abbonati + paganti con 50 tifosi ospiti), incasso totale タ 11.562. Angoli 5-6. Recupero: 2ᄡpt, 4ᄡst.

Fonte: Domenico Carella – Corriere del Mezzogiorno
Foto: Antonello Forcelli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui