Il Foggia ha paura di vincere: il Cesena rimonta e pareggia 3-3

Il Foggia passa per due volte in doppio vantaggio a Cesena ma si fa recuperare al 90ᄡ pareggiando 3-3. Tutti i gol nella ripresa: i rossoneri si portano sul 2-0 grazie alle reti di Coletti e Beretta al 48ᄡ e 52ᄡ, con Dalmonte che accorcia le distanze poco prima dello scoccare dellᄡora di gioco. Mazzeo al 70ᄡ sembra mettere definitivamente in ghiaccio i 3 punti, ma lᄡautogol di Gerbo allᄡ83ᄡ ed il beffardo tap-in dellᄡex Rigione al 90ᄡ fissano il punteggio finale.

Mister Castori schiera un 4-4-1-1 con Agliardi tra i pali; linea difensiva con Donkor e Fazzi esterni difensivi, Rigione ed Esposito al centro; la linea di centrocampo vede Kon� e Schiavone in mediana, Kupisz e Dalmonte sulle fasce; in avanti Laribi agisce alle spalle di Jallow.
Mister Stroppa conferma il 4-3-3 con Guarna in porta; difesa con Gerbo e Loiacono terzini, Camporese e Coletti centrali; Vacca agisce da playmaker con Fedele e Deli mezzali; in attacco Chiric� e Floriano agiscono a supporto di Mazzeo.

Dalmonte dopo 30 secondi e Jallow al 5� non inquadrano lo specchio della porta, cos� come Coletti al 7�.
Per vedere il primo intervento di un portiere si deve attendere praticamente il quarto dᄡora, quando lᄡesterno destro dellᄡattaccante cesenate viene controllato senza problemi da Guarna.
Stroppa e Castori sono costretti ad inserire Beretta e Di Noia rispettivamente al posto degli infortunati Floriano (20�) e Kon� (28�), con nel mezzo le imprecise conclusione di Rigione e Loiacono.
Nemmeno Fazzi riesce a centrare lo spazio delimitato dai tre legni al 32�, mentre, due minuti pi� tardi Dalmonte calcia forte e centrale trovando attento Guarna, che blocca in due tempi.
A cavallo del 38� Beretta prima spedisce a lato in mezza rovesciata e poi alto di testa sui cross dalla destra effettuati da Chiric� e Mazzeo.
L�ultima azione della prima frazione � quella di Laribi, che, da posizione impossibile, al 39� spara fuori dopo il rimpallo sfortunato tra Vacca e Camporese.

Anche la ripresa viene aperta da un tiro di Laribi, che � per� praticamente un retropassaggio a Guarna che deve per� impegnarsi tuffandosi sulla sua sinistra al 47� per dire no a Jallow.
Passano meno di sessanta secondi per� ed il Foggia trova il vantaggio: traiettoria velenosa quella di Coletti che dai 35 metri non lascia scampo ad Agliardi che si protende inutilmente sulla sua destra.
Il Cesena prova a reagire conquistando un corner al 52ᄡ, ma i “Satanelli” ripartono in contropiede e trovano il raddoppio: Deli allarga per Mazzeo, che vede appostato a centro area Beretta il quale deve solo spingere con il sinistro il pallone al centro.
Al 58ᄡ Deli riceve da Beretta e lascia partire un tiro forte ma centrale che viene bloccato da Agliardi e, sullᄡazione seguente, i padroni di casa dimezzano lo svantaggio: Dalmonte crossa al centro per Panico che dal limite dellᄡarea piccola, dimenticato da Gerbo, insacca alle spalle di Guarna.
Al 64�, su sviluppi di calcio d�angolo, la zuccata di Coletti viene bloccata da Agliardi, ma poco pi� di cinque minuti pi� tardi, nulla pu� il portiere locale sul tiro di Mazzeo: bellissima l�azione personale del bomber rossonero che con il mancino lascia partire un diagonale chirurgico che porta il punteggio sul 3-1, andando poi ad esultare sotto la curva occupata dai pi� di tremila tifosi rossoneri.
Debole per impensierire Guarna il calcio di punizione dalla distanza di Dalmonte allo scoccare della mezzᄡora della seconda frazione, con Agliardi che invece ringrazia prima il palo e poi la buona sorte per il palo colpito da Mazzeo e lᄡimprecisione di Beretta sul seguente tap-in.
Dopo l�ennesima conclusione imprecisa di Dalmonte al 79�, Stroppa � costretto ad inserire Rubin al posto dell�acciaccato Loiacono all�81�.
Si arriva allᄡ84ᄡ ed il Cesena riapre nuovamente la partita: tiro in diagonale di Jallow non trattenuto da Guarna, il pallone viene conteso da Panico e Gerbo con il terzino destro del Foggia che, pressato dallᄡattacante, nel tentativo di spazzare fa terminare il pallone nella sua porta.
La reazione del Foggia sta nella punizione allᄡ89ᄡ dai 35 metri di Coletti che passa sotto alla barriera ma termina di un soffio oltre il palo alla destra di Agliardi.
Ma al 90�, sugli sviluppi di una punizione dalla corsia sinistra, sono i romagnoli ad esultare per il pareggio: Schiavone crossa al centro trovando la respinta con i pugni di Guarna, Di Noia lascia partire un tiro sbilenco che termina tra i piedi di Jallow, il quale, a sua volta, ciabatta la conclusione trovando per� l�ex Rigione al limite dell�area piccola che deve solamente insaccare il pi� semplice dei tap-in.
Nel recupero non trovano fortuna i colpi di testa di Calderini e Coletti, mentre panico spedisce sul fondo prima che, al 94ᄡ, il tiro di Dalmonte venga bloccato da Guarna.

Il Cesena trova il secondo pareggio stagionale, tornando a punti dopo la sconfitta per 2-1 subita nel derby contro il Carpi.
Il Foggia ottiene il secondo risultato utile consecutivo, ma rimanda lᄡappuntamento con la seconda vittoria esterna in questo campionato.

Tabellino:

Cesena 3-3 Foggia
48ᄡ Coletti (Fog), 52ᄡ Beretta (Fog), 59ᄡ Dalmonte (Ces), 70ᄡ Mazzeo (Fog), 83ᄡ aut. Gerbo (Ces), 90ᄡ Rigione (Ces)

Cesena (4-4-1-1): Agliardi; Donkor (69� Vita), Rigione, Esposito, Fazzi; Kupisz, Kon� (28� Di Noia), Schiavone, Dalmonte; Laribi (54� Panico); Jallow
A disposizione: Melfrati, Fulignati, Mordini, Eguelfi, Mancini, Maleh, Sbrissa, Fabregoli, Setola
All.: Fabrizio Castori

Foggia (4-3-3): Guarna, Gerbo, Camporese, Coletti, Loiacono (81� Rubin); Deli, Vacca, Fedele; Chiric� (69� Chiric�), Mazzeo, Floriano (20� Beretta)
A disposizione: Tarolli, Pelizzoli, Lodesani, Fedato, Celli, Ram←
All. Giovanni Stroppa

Arbitro: Sig. Gianluca Aureliano di Bologna
1ᄚ Assistente: Sig. Nicola Sechi di Sassari
2ᄚ Assistente: Sig. Mattia Scarpa di Reggio Emilia
Quarto Uomo: Sig. Marco DᄡAscanio di Ancona

Ammoniti: 21ᄡ Esposito (Ces), 31ᄡ Deli (Fog)
Espulsi: /