Il Foggia ne fa sei, riecco il feeling con il gol

0
22 views

ORDONA – Sei gol per archiviare la pratica �Monti dauni� e prepararsi al meglio alla sfida contro il Cosenza. Il successo di oggi pomeriggio sulla squadra capolista della promozione molisana ha un sapore agrodolce. Se da un lato il primo tempo lascia ben sperare per intensit� e trame di gioco, dall�altro la seconda frazione ha fatto registrare due passi indietro sotto il profilo della manovra e della concretezza. A questo si aggiunge una nutrita lista di calciatori rimasti a riposo tra i quali figurano i nomi �pesanti� di Velardi, Di Dio e Morini, oltre a quelli di Basta, Milan e Caraccio.

Ugolotti mischia le carte e cela le sue intenzioni sull�undici di partenza di domenica prossima. La base, per�, dovrebbe essere il 4-2-3-1, modulo provate per tutto l�arco della gara. Nella prima frazione il tecnico di Massa si affida al duo Ceccarelli � Desideri (per l�occasione impiegato da trequartista), con Millesi e Colomba sulla fasce. La scelta sembra premiare Ugolotti. Dopo soli due minuti di gara il Foggia � gi� in vantaggio grazie ad un gol di Millesi, abile a ribadire in porta un pallone vagante sugli sviluppi di un angolo.

Tre minuti pi� tardi Ceccarelli coglie la traversa da distanza siderale: si tratter� della prova generale in vista dei gol che arriveranno in chiusura di primo tempo. Per lui, comunque, piovono applausi dal nutrito pubblico che affollava la tribunetta (circa cinquanta unit�). Al 13� il Foggia raddoppia. Ceccarelli coglie il palo, la palla rientra in campo e Desideri di testa appoggia il pi� facile dei tap-in. Due giri di lancette pi� tardi lo scatenato Desideri sigla la sua personale doppietta al termine di una pregevole triangolazione con Ceccarelli. Sul passaggio di ritorno l�ex esterno di Samb e Bari sfodera un delizioso pallonetto che beffa il portiere in uscita.

Il Foggia continua a fare la partita, complice un avversario valoroso ma anche �emozionato� al confronto con i pi� quotati colleghi. Al 25� Agnelli fa tutto bene, salta il portiere in uscita ma il suo tiro viene salvato con una buona dose di fortuna proprio sulla linea di porta. Tre minuti dopo � Desideri a sparare alto da ottima posizione un invitante passaggio in verticale di Ceccarelli.

Lメattaccante romano alla mezzメora corona la sua prestazione con un gol alla Inzaghi. Elude la trappola del fuorigioco e si invola verso lメestremo difensore avversario. Salta il portiere e deposita comodamente la palla in rete. Giusto il tempo di veder sfilare a pochi centimetri dal palo una rasoiata di Desideri e Ceccarelli completa la sua doppietta. Lancio filtrante di Millesi, stop di sinistro e tiro ad incrociare di destro da posizione defilata. Cinque a zero e primo tempo chiuso.

Nella ripresa Ugolotti stravolge la squadra, lasciando in campo i soli Agnelli (poi sostituito da Visone), Desideri e Sgambato. In attacco il rientrante Mattioli viene proposto come prima punta con Mancino alle sue spalle. La partita perde di ritmo e vive di lampi e giocate estemporanee. I taccuini dei cronisti vengono comunque riempiti da numerose azioni.

Al 7メst Mancino ci prova di destro ma lメestremo avversario ci mette i pugni. Al 10メed al 12メ st Quadrini non inquadra la porta da posizione favorevole. Nella prima occasione cerca il pallonetto di testa ma la sfera termina alta; nella seconda prova il piattone al volo a pochi passi dalla porta ma la sfera si perde nella pineta alle spalle del campo del comune di Ordona.

Al 15�st Mancino emula il collega di reparto e di testa gira un invitante cross di Carbone un metro sopra la traversa. Tre minuti pi� tardi il Foggia va in gol con Mattioli, abile a ribadire in rete una respinta del portiere su tiro di Mancino, ma l�assistente sventola una posizione di fuorigioco. Al 20�st Mattioli prova il destro di precisione ma la palla esce di un soffio alla sinistra del portiere ospite. Sei giri di lancette pi� tardi lo stesso Mattioli si vede ribattere sulla linea un tiro a colpo sicuro scagliato dall�altezza del dischetto. Bisogna aspettare la mezz�ora della ripresa per il primo tiro pericoloso in porta dei comunque volenterosi ed organizzati avversari. Una punizione dalla sinistra che impegna Liccardi in una difficile deviazione in angolo.

Al 35�st Mancino prova il tap-in da distanza ravvicinata, il portiere respinge come pu� ma sulla ribattuta Agnelli di destro coglie la traversa. Il gol comunque � nell�aria ed arriva al 36�st quando Mancino, ben innescato da un filtrante di Mattioli, entra in area, salta il portiere in uscita e deposita in porta la sfera. L�amichevole si chiude con un tiro dal limite di Micco che fa la barba al palo alla sinistra del guardiapali dei Monti dauni.

Al termine della sgambatura odierna andranno tirate le somme circa gli indisponibili e le loro possibilit� di recupero. Sic stantibus in rebus Ugolotti potrebbe affidarsi al seguente undici: Bindi; Carbone, Burzigotti, Artipoli, Micco; Visone, Agnelli; Millesi, Mancino, Desideri; Ceccarelli.

Di seguito riportiamo il tabellino dellメamichevole di questo pomeriggio.

FOGGIA 6
MONTI DAUNI 0

Foggia 1T (4-2-3-1): Bindi; Sgambato, Burzigotti, Artipoli, Micco; Visone, Agnelli; Millesi, Desideri, Colomba; Ceccarelli.

Foggia 2T
(4-2-3-1): Liccardi; Carbone, Sgambato, Torta, Micco; Trezzi, Agnelli (36メst Visone); Quadrini, Mancino, Desideri; Mattioli.

Nella foto un momento dellメamichevole.