Il Foggia non riesce a tornare alla vittoria: allo “Zac” contro l´Akragas termina a reti bianche

0
26 views

Il Foggia non riesce a prolungare il filotto di vittorie consecutive allo モZaccheriaヤ, pareggiando a reti bianch contro lメAkragas dopo aver fallito un calcio di rigore con Mazzeo al 52ᄚ. Da segnalare anche le espulsioni di Vacca e Guarna, che salteranno certamente il prossimo importante match contro la Juve Stabia.

Stroppa schiera un 4-3-3 con Guarna in porta; difesa con Angelo e Rubin terzini, Martinelli, preferito a Coletti, ed Empereur al centro; a centrocampo Vacca funge da play tra le mezzali Agnelli e Riverola; in attacco Chiric� prende il posto dell�infortunato Sarno sulla corsia destra, con Letizia sulla fascia opposta e Mazzeo al centro.
Di Napoli schiera il suo Akragas con un 4-3-3 che vede Pane in porta; linea difensiva a 4 composta da Sepe, Marino, Carillo e Russo; a centrocampo Pezzella agisce da mediano, con Zanini e Coppola ai suoi lati; il trio offensivo � composto da Salvemini, Gomez e Longo.

Dopo 300 secondi di studio � Agnelli a lasciar partire il primo tiro in porta del match, con un destro da fuori area che Pane controlla in due tempi.
Poco dopo il numero 1 ospite si rende nuovamente protagonista bloccando, anche in questo caso in due tempi, un cross dalla destra di Angelo.
Il Foggia continua a pigiare sull�acceleratore con Rubin che lascia partire un passaggio basso per Agnelli che, dal dischetto del rigore, non riesce a trovare la rete per la respinta di un difensore oppostosi alla sua conclusione; sul prosieguo dell�azione Chiric� cade in area di rigore ma viene ammonito per simulazione dal direttore di gara.
Al 9� minuto � Angelo a scoccare un tiro, insolitamente con il mancino, dai 20 metri, con il pallone che si spegne di circa un metro alla sinistra della porta difesa da Pane.
Il primo tiro dalla bandierina arriva 120 secondi pi� tardi ed � favore dei padroni di casa, con la battuta di Chiric� che genera un nuovo tiro dalla bandierina, a causa della deviazione area di Russo, dal lato opposto. Questa volta si incarica della battuta Riverola che trova la respinta con i pugni di Pane, cui segue un cross basso di Chiric� verso il centro dell�area di rigore dalla sinistra che viene controllato e spazzato dalla difesa ospite.
Al 17� Chiric� prova a mettersi in proprio, accentrandosi dalla destra e scaricando un tiro con il mancino che risulta per� essere debole, centrale e perci� viene facilmente controllato dal numero 1 akragantino.
Il primo tentativo della formazione ospite arriva alla met� della prima frazione di gioco ed equivale ad un tentativo dalla distanza di Zanini che termina la sua corsa al di fuori dello specchio delimitato dai 3 legni della porta difesa da Guarna.
Al 23� il brasiliano Angelo, da posizione analoga a quella dalla quale realizz� nella passata stagione le due reti contro la Lupa Castelli Romani, cerca nuovamente fortuna senza per� trovarla e vedendo il proprio tiro terminare fuori.
La partita scorre poi senza particolari emozioni fino al 36ᄚ, quando Zanini lascia partire un tiro telefonato verso Guarna su un calcio di punizione battuto daullメout di sinistra.
120 secondi pi� tardi � Letizia a provare a spezzare l�inerzia del match, ma la sua conclusione dai 25 metri termina alta sulla traversa.
Coppola cerca poi il jolly dai 30 metri al 40ᄚ che viene respinto in corner da Guarna. Dalla bandierina parte Zanini ma Salvemini e Marino si ostacolano al limite dellメarea piccola e permettono alla retroguardia locale di poter sventare la minaccia.
Sullメazione seguente sono ancora gli ospiti a rendersi pericolosi con la zuccata di Salvemini, dal limite dellメarea piccola, su cross dalla sinistra di Gomez termina alto sulla traversa a Guarna probabilmente battuto.
Al 44� Guarna � provvidenziale ad uscire dalla propria area di rigore anticipando Salvemini e spedendo il rimessa laterale un pallone che sarebbe potuto diventare pericoloso.
Precisamente al 45ᄚ e senza nemmeno un secondo di recupero, il direttore di gara decide di spedire le due formazioni negli spogliatoi.

La ripresa ha inizio con in campo gli stessi 22 interpreti.
Parte subito forte il Foggia che andrebbe anche in rete al 46� con il colpo di testa di Vacca, partito per� in posizione di offside sul cross di Agnelli come correttamente segnalato dal secondo assistente dell�arbitro.
Al 48ᄚ la sventola di Rubin dal limite dellメarea, dopo la respinta di un difensore ospite sul cross dalla destra di Angelo, termina di poco fuori dallo specchio della porta difesa da Pane.
Un minuto pi� tardi � Mazzeo a cercare la via del gol, dopo la provvidenziale chiusura di Carillo su Letizia, ma il destro del numero 19 in casacca rossonera termina alto.
Al 51� corner per i �Satanelli� battuto corto da Riverola verso Chiric� che viene respinto con i pugni da Pane, la sfera giunge a Rubin che viene steso dallo stesso portiere ospite venendo ammonito in seguito in seguito alla decisione dell�arbitro di concedere la massima punizione.
Sul dischetto si presenta Mazzeo che per� incrocia il suo mancino colpendo il palo esterno.
Al 54� prova subito a rifarsi Mazzeo che, sul cross basso di Angelo, interviene in spaccata trovando tuttavia la provvidenziale deviazione di Carillo che fa terminare la sfera sulla parte alta della traversa ed in seguito oltre la linea di fondo campo. Sul seguente tiro dalla bandierina nasce una ripartenza della formazione ospite che viene per� arginata dalla difesa rossonera.
Al minuto 59 Di Napoli � costretto ad operare il primo cambio a sua disposizione inserendo Carrotta in luogo dell�infortunato Marino.
Entra nella lista dei cattivi, con un cartellino giallo per proteste, Vacca al 62ᄚ.
4 giri di lancette pi� tardi cross di Angelo per Letizia il cui colpo di testa, smorzato da Carillo, termina tra le braccia di Pane.
Provvidenziale Guarna 60 secondi pi� tardi deviando il tiro di Gomez in calcio d�angolo. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina Russo, lasciato colpevolmente solo dalla difesa locale, pu� colpire di testa indisturbato dal limite dell�area piccola, ma anche questa volta Guarna � reattivo e blocca.
Al 69� tre cambi: nelle fila dell�Akragas � Assisi a prendere il posto di Coppola; per il Foggia Quinto e Sainz-Maza vanno a prendere il posto rispettivamente di Agnelli e Chiric�.
Guarna � nuovamente decisivo al 70� chiudendo bene con un�uscita bassa sul cross di Salvemini anticipando Gomez.
Quando il cronometro segna il minuto 71, anche Assisi entra nella lista degli ammoniti dopo un brutto intervento ai danni di Rubin.
Di Napoli decide di operare il suo ultimo cambio a disposizione al 73ᄚ, inserendo Salvemini per Cocuzza.
Al 75� bello scambio uno due tra Vacca e Letizia con il destro di quest�ultimo che viene per� respinto da Pane con il piede sinistro.
Subito dopo anche Stroppa decide di giocarsi l�ultima sostituzione rendendo ancora pi� offensivo il suo Foggia con l�ingresso di Padovan al posto di Riverola.
Il neo entrato viene subito steso da Carillo che viene ammonito.
Allo scoccare del minuto 80 i padroni di casa battono un corner con Sainz-Maza senza tuttavia creare grattacapi alla retroguardia siciliana.
Ci pu� provare Sainz-Maza dalla sua zolla preferita su punizione al minuto 82, ma il suo calcio � impreciso e termina oltre la linea di fondo alla sinistra di Pane.
Il Foggia continua a cercare di trovare la via del gol ma non riesce a concretizzare i due tiri dalla bandierina battuti allメ84ᄚ.
Poco dopo � Angelo a provarci dalla distanza ma anche il suo tentativo si spegne fuori.
All�89� � ancora il terzino brasiliano a rendersi protagonista quando dopo un contatto con Russo cade a terra in area di rigore, con il direttore di gara che concede solamente il rinvio dal fondo.
Nel corso del primo dei 5 minuti di recupero, bello scambio tra Vacca e Sainz-Maza con lo spagnolo che propone poi un cross basso sul quale per� Mazzeo non riesce ad intervenire.
Al 95ᄚ Vacca viene espulso per somma di cartellini gialli, forse in maniera troppo esagerata da parte del Sig. Schirru di Nichelino dato che il regista rossonero colpisce la sfera nellメintervento e, dalle immagini televisive, non sembra aver ecceduto nelle proteste.
Al fischio finale, Guarna perde la testa, esce dalla porta protestando e colpendo con uno schiaffo la sfera tra le mani dellメarbitro scaraventandola al suolo, condannandosi quasi certamente ad una squalifica di almeno 2 turni.

Il Foggia mantiene l�imbattibilit� e la vetta della classifica a pari merito con il Lecce, pareggiando per la prima volta un match casalingo in questo campionato.
LメAkragas allunga a 4 la serie di partite senza sconfitte, riuscendo ad ottenere il primo pareggio esterno stagionale.

Tabellino:

Foggia 0-0 Akragas

Formazioni:

Foggia (4-3-3): Guarna; Angelo � Martinelli � Empereur � Rubin; Agnelli (69� Quinto) � Vacca � Riverola (77� Padovan); Chiric� (69� Sainz-Maza) � Mazzeo � Letizia
A disposizione: Sanchez ヨ Agazzi ヨ Sicurella ヨ Dinielli ヨ Coletti ヨ Sansone ヨ Gerbo ヨ Tucci
Allenatore: Sig. Giovanni Stroppa

Akragas (4-3-3):Pane; Sepe ヨ Marino (59ᄚ Carrotta) ヨ Carillo ヨ Russo; Coppola (69ᄚ Assisi) ヨ Pezzella ヨ Zanini; Longo ヨ Gomez ヨ Salvemini (73ᄚ Cocuzza)
A disposizione: Addario ヨ Privitera ヨ Riggio ヨ Palmiero ヨ Gouveia ヨ Cochis
Allenatore: Sig. Raffaele Di Napoli

Ammoniti: 8� Chiric� (Fog); 51� Pane (Akr); 62� Vacca (Fog); 72� Assisi (Akr); 78� Carillo (Akr)

Espulsi: 95ᄚ Vacca (Fog); a fine gara Guarna (Fog)

Arbitro: Sig. Fabio Schirru di Nichelino
1ᄚ Assistente: Sig. Tommaso Diomaiuta di Albano Laziale
2ᄚ Assistente: Sig. Riccardo Fabbro di Roma 2

Foto: Antonello Forcelli