Il Foggia torna a gioire allo “Zac”: 2-1 sullᄡAvellino

0
35 views

Il Foggia ritrova il successo allo “Zaccheria”, che mancava dallo scorso 13 ottobre quando i “Satanelli” ebbero la meglio per 2-1 sul Perugia, rimontando il momentaneo svantaggio dell´Avellino, in gol al 10´ con Asencio, grazie alle reti di Nicastro al 35´ e Mazzeo al 68´, con il bomber con la maglia numero 19 che aveva precedentemente (al 43´) fallito un calcio di rigore.

Stroppa schiera il Foggia con un 3-5-2 che vede Guarna in porta; difesa a 3 con Camporese affiancato da Tonucci e Loiacono; esterni di centrocampo sono Gerbo e Kragl, con Agnelli e Deli ai lati del regista Greco; in avanti spazio al duo composto da Mazzeo e Nicastro.
Novellino mette in campo l´Avellino con un 4-4-1-1: Radu tra i pali; Ngawa e Marchizza sono terzini con Migliorini e Morero coppia centrale; a centrocampo i mediano sono De Risio e Di Tacchio, con Laverone e Molina ad agire sugli esterni; alle spalle dell´unica punta Asencio agisce invece D´Angelo.

Asencio manda alto col destro al 6´ sul traversone di Laverone, mentre al 9´ � Deli, dopo essersi involato a tu per tu contro Radu, a fallire clamorosamente il vantaggio grazie al salvataggio sulla linea di Ngawa, con Agnelli che calcia poi sopra la traversa sul prosieguo dell´azione.
E come spesso accade al Foggia in questa stagione, dopo il gol sbagliato arriva un gol subito: Di Tacchio crossa al centro su una punizione laterale, Tonucci prolunga la traiettoria servendo inavvertitamente Migliorini che riesce a rimettere al centro per Asencio che � poi abile con il destro a battere Guarna.
Il tiro-cross di Kragl al 24´ si spegne sul fondo, mentre due minuti pi� tardi la squadra arbitrale non nota un netto fallo di mano in area campana di Di Tacchio sul tiro di Camporese.
Al 31´ D´Angelo non riesce a controllare il calcio di punizione battuto dalla sinistra da Di Tacchio, con il pallone che si spegne tra le braccia del portiere foggiano, con la squadra di Stroppa che continua ad andare alla ricerca del gol del pareggio e lo trova al 36´: Nicastro riceve il pallone da Loiacono e si libera con una finta di Ngawa portandosi il pallone sul destro, ma preferisce servire Mazzeo invece che cercare la battuta a rete col destro, il pallone rimane in area e lo stesso Nicastro lo raccoglie nuovamente battendo Radu e Migliorini che cercava disperamente di salvare il suo tiro.
Al 43´ potrebbe arrivare la svolta della partita: sul lancio di Agnelli, Gerbo riceve in area di rigore, punta la porta e viene fermato fallosamente da D´Angelo, con l´arbitro che decreta la massima punizione e l´espulsione del centrocampista ospite. Sul dischetto si presenta Mazzeo che per� calcia alle stelle sulla traversa.

Nella ripresa, al 49´ Mazzeo va in gol, ma sul passaggio di Greco era in offside e la realizzazione viene annullata.
Inizia la girandola dei cambi con Stroppa che cambia modulo passando al 4-3-3 inserendo Floriano al posto di Camporese al 60´ e, 8 minuti pi� tardi, il Foggia trova il vantaggio: azione prolungata dei rossoneri con Kragl che serve Agnelli il quale allarga su Gerbo, il terzino destro rossonero lascia partire un cross basso sul quale Radu non riesce ad intervenire e sul quale irrompe Mazzeo che gonfia la porta vuota.
I “Satanelli” non sono sazi ed al 72´, sugli sviluppi di un calcio d´angolo, colpiscono una traversa con Deli, con Radu che, sul prosieguo dell´azione, � costretto a distendersi sulla sua sinsitra per deviare in angolo il tiro da fuori di Kragl.
Esordisce anche Duhamel, che rimpiazza Nicastro e con Stroppa che ritorna al 3-5-2 inserendo Martinelli al posto di Deli, ed il francese all´86´, lanciato da Loiacono, vince il contraso fisico con Migliorini ma non riesce ad insaccare con il suo diagonale mancino scoccato in caduta.
L´unica reazione campana sta nel tiro di Moretti all´89´ che � per� molto impreciso.
Nel corso del recupero non accade nulla da segnalare, con il Foggia che porta a casa i 3 punti.

Il Foggia conquista la 2^ vittoria stagionale tra le mura amiche.
L´Avellino subisce la 7^ sconfitta esterna in questo campionato.

Tabellino

Foggia-Avellino 2-1
10´ Asencio (Ave), 35´ Nicastro (Fog), 68´ Mazzeo (Fog)

Foggia (3-5-2): Guarna; Tonucci, Camporese (60´ Floriano), Loiacono; Gerbo, Agnelli, Greco, Deli (81´ Martinelli), Kragl; Mazzeo, Nicastro (81´ Duhamel)
A disposizione: Tarolli, Figliomeni, Fedato, Beretta, Celli, Ram�, Scaglia, Calabresi, Noppert
Allenatore: Sig. Giovanni Stroppa

Avellino (4-4-1-1): Radu; Ngawa, Migliorini, Morero, Marchizza (75´ Moretti); Laverone (54´ Vajushi), De Risio, Di Tacchio, Molina (59´ Falasco); D´Angelo; Asencio
A disposizione: Lezzerini, Pecorini, Kresic, Evangelista, Rizzato, Wilmots
Allenatore: Sig. Walter Novellino

Arbitro: Sig. Antonio Di Martino di Teramo
1ᄚ assistente: Sig. Gaetano Intagliata di Siracusa
2ᄚ assistente: Sig. Orlando Pagnotta di Nocera Inferiore
4ᄚ ufficiale: Sig. Luigi Nasca di Bari

Ammoniti: 9´ Tonucci (Fog), 32´ Camporese (Fog), 45´ Mazzeo (Fog), 61´ Ngawa (Ave)
Espulsi: 43´ D´Angelo (Ave)

foto: Antonello Forcelli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui