JUVE STABIA: adesso tocca a Ciotola

0
29 views

E’ pronto a scoccare il “momento Ciotola”. L’attaccante, arrivato a Castellammare durante il mercato di riparazione, potrebbe essere una delle sorprese che il tecnico Braglia ha in serbo per la doppia sfida contro l’Atletico Roma. D’altronde, con la squalifica di Mezavilla, il tecnico stabiese potrebbe essere ancora una volta chiamato a modificare l’assetto base della squadra. Dal 4-3-3, visto nella semifinale con il Benevento, le Vespe potrebbero passare al 4-2-3-1. Ed ecco che sulla linea dei trequartisti Ciotola potrebbe trovare spazio.
D’altronde, il suo acquisto doveva servire alla Juve Stabia per compiere l’ennesimo salto di qualit� e garantire a Braglia maggiori alternative nel reparto avanzato. Complici diversi contrattempi fisici, Ciotola non � riuscito a brillare mostrando solo a sprazzi la sua classe, nelle occasioni in cui � sceso in campo. Tuttavia, l’ex Taranto, � un attaccante esterno che da un momento all’altro pu� diventare decisivo sfruttando la sua rapidit� ed imprevedibilit�. In gare come quelle dei play off, la giocata del singolo pu� fare la differenza e per questo Braglia pu� dirsi felice di averlo recuperato. D’altronde, insieme, hanno conquistato la promozione ai tempi del Pisa e sempre attraverso i play off.
Il gol che Ciotola realizz� contro il Monza � tuttora un “must” per gli amanti di youtube. Fuga sulla fascia, serie di finte ad ubriacare gli avversari e una volta davanti al portiere colpo sotto e palla in rete, per un “cucchiaio” che fece esplodere i tifosi del Pisa.
I sostenitori della Juve Stabia sognano di poter assistere ad una prodezza del genere e in fondo la merita anche lui, per tutti quei problemini che non gli hanno concesso di vivere una stagione esaltante. Braglia, probabilmente, gli conceder� l’opportunit� di riscattarsi contro l’Atletico Roma, nell’occasione pi� importante e che potrebbe far vivere un sogno all’intera citt� di Castellammare. Anche per Ciotola, potrebbe essere l’ennesima occasione di svolta in una carriera che lo ha visto protagonista in Serie B solo in due occasioni con le maglie di Pisa e Avellino, collezionando 57 presenze e 6 gol. Il treno per la cadetteria, per l’attaccante sannita di nascita, � passato di nuovo e lui non vuole perderlo. Avr� la sua opportunit� ancora una volta in finale, con la voglia di rinverdire il ricordo di quel boato che accompagn� la sua prodezza pi� bella.

Fonte: resport