JUVE STABIA: Braglia,Ciotola e Scognamiglio, le imprese sono nel dna della squadra

0
18 views

Dopo il pareggio nella finale d�andata la Juve Stabia � obbligata a vincere a Roma per poter festeggiare la promozione in B. E chi l�ha detto che l�impresa non possa riuscire? La squadra giallobl� non � nuova ad exploit del genere.
In questa stagione, pi� volte gli uomini di Piero Braglia hanno sovvertito i pronostici, vedi la vittoria di Nocera (nel giorno della possibile promozione in B dei rossoneri). L�altro capolavoro, poi, � quello di Benevento.
Le Vespe, dopo l�1-0 della semifinale d�andata, e sotto di un gol, sono riuscite a pareggiare al Vigorito e ad eliminare la squadra seconda classificata in campionato.
Non c�� due senza tre. Lo sperano i tifosi della Juve Stabia che non sono per nulla sfiduciati.
Nella squadra giallobl� ci sono diversi elementi che, in passato, hanno sovvertito i pronostici dei playoff ed hanno festeggiato la serie B.
Scognamiglio e l�impresa di Benevento. Il difensore � uno di quelli che sa come si conquista la serie B in condizioni estreme. A Scognamiglio � riuscita l�impresa di gelare il Benevento nella finale playoff del 2009.
Il Crotone di Moriero pareggi� 1-1 nella gara d�andata allo Scida (gol di Calil e Clemente).
Al ritorno, in un Santa Colomba strapieno, e contro ogni pronostico il Crotone vinse 1-0 soffiando la B ai sanniti.
A fine gara a festeggiare fu Gennaro Scognamiglio, che proprio una settimana fa ha castigato nuovamente gli stregoni.
Braglia e Ciotola gli eroi di Pisa. I veri esperti in remuntade, per�, sono Piero Braglia e Nicola Ciotola. Perch�? Provate a chiedere ai tifosi del Pisa. Nella mente dei tifosi toscani � ancora vivo il ricordo della promozione in B del 2007. In quel caso il Pisa (che si classific� meglio del Monza) perse la finale d�andata al Brianteo 1-0. Nella sfida di ritorno, all�Arena Garibaldi, i nerazzurri vinsero 2-0 dopo i supplementari.
Tempi regolamentari che si erano chiusi 1-0. All�extra time, poi, il guizzo di Nicola Ciotola che segna la rete che vale la B ai nerazzurri facendo esplodere i 20mila di Pisa. Una rete, quella del fantasista della Juve Stabia, che spesso viene proposta sui siti internet per la bellezza (serpentina e cucchiaio al portiere). E non � un caso se i tifosi delle Vespe confidano proprio in Ciotola, elemento arrivato a gennaio e che per sfortune fisiche non ha potuto dimostrare i suoi mezzi.
Corsi e ricorsi storici. E pensare che Piero Braglia � uno di quelli che � legato molto alla scaramanzia. Il tecnico delle Vespe, anche domenica scorsa, ha indossato la stessa polo sfoggiata nella semifinale contro il Benevento (all�andata del Menti). E chiss� se in questi giorni lui e Nicola Ciotola parleranno di quell�impresa a Pisa coi calciatori.

Fonte: resport