JUVE STABIA: Corona e… il pantaloncino del Catanzaro

0
20 views

Emozioni indescrivibili, occhi gonfi di lacrime e dichiarazioni d’amore. Esplode la gioia dei calciatori della Juve Stabia negli spogliatoi del Flaminio. Prosegue anche all’esterno dello stadio e poi, in serata, a Castellammare di Stabia. Un’emozione che coinvolge i giovani talenti giallobl�, ma anche i veterani. Come Giorgio Corona, il capitano che in un solo anno ha collezionato gli stessi titoli del suo palmares personale: una Coppa Italia e una promozione in serie B. “Come ai tempi di Brindisi, quando vinsi la coppa, e poi nel 20003 a Catanzaro, quando conquistammo la serie B. Anche in Calabria a guidarmi dalla panchina c’era Piero Braglia”, afferma il capocannoniere della Juve Stabia con i suoi 14 gol stagionali.
Giorgio Corona svela anche un retroscena che ha a che fare con la scaramanzia: “La notte scorsa ho dormito col pantaloncino del Catanzaro, mi ha portato fortuna. Ne avevamo proprio bisogno. Oggi ho commesso due errori, contro il Benevento avevano sbagliato un rigore”.
Quest’anno il sapore di quei due traguardi, per�, per Corona � diverso. “C’� sempre la mano di mister Braglia, ma � tutto il gruppo ad essere straordinario. Dedico questo successo alla citt� di Castellammare, che vive grandi problemi, e a mia moglie, che da pochi giorni ha perso suo nonno. Avrei voluto starle pi� vicino, ma il mio lavoro mi ha portato lontano”.

Fonte: resport