JUVE STABIA: Di Somma, “Domenica entreremo nella storia”

0
21 views

Salvatore Di Somma � stato uno dei primi a crederci. Il direttore generale della Juve Stabia non ha perso la sua convinzione dopo lo 0-0 nella finale d’andata dei playoff contro l’Atletico Roma. “Sono sicuro che domenica entreremo nella storia. La Juve Stabia ce la far�”, ha dichiarato Di Somma nel corso della trasmissione Campania Pro, in onda marted� su Metropolis Tv.
Lui, stabiese doc, prima tifoso poi calciatore, allenatore e dirigente, vive di sensazioni. Le stesse che gi� a gennaio, quando la Juve Stabia ha spiccato il volo verso i playoff, erano forti. Lui ha sempre creduto ad una Juve Stabia da serie B. Insomma, il dg Di Somma, prenota l’ennesima domenica storica per le Vespe. Lui ne ha gi� vissuta una da brividi: “Ad Acireale fu un miracolo – ha spiegato Di Somma – Ma rispetto alla finale di domenica quel playout fu pi� difficile. Lo ripeto: sono ottimista e credo che anche al Flaminio piangeremo di gioia”.
Le parole di Salvatore Di Somma sono sature di ottimismo ma diventano velenose quando il dg della Juve Stabia parla della direzione arbitrale di Di Paolo (nella finale del Menti) e non solo. “Quando l’ho visto non ho avuto buone sensazioni – aggiunge il dg delle Vespe – E’ come se avesse gi� la puzza sotto il naso, quel senso di presunzione. Rivedendo le immagini della partita posso dire che la Juve Stabia � stata penalizzata dalle sue decisioni. Il fallo da rigore su Raimondi era nettissimo e anche nell’azione finale c’erano se non due, tre interventi fallosi”.
Salvatore Di Somma sottolinea anche il comportamento di sfida avuto da alcuni calciatori come Ambrosi e Ciofani. “Il portiere, quando � entrato per il riscaldamento, si � fermato sul dischetto del rigore guardando il pubblico in segno di sfida – rimarca Salvatore Di Somma – Ciofani, invece, ha fatto il giro di campo. Ma non � tutto. L’Atletico Roma � venuta a Castellammare con la scorta di agenti della Digos. Questo � troppo ed � stata una mancanza di rispetto nei confronti della polizia stabiese. E vi dico che i loro dirigenti sono stati fatti entrare liberamente in campo e in altri settori. I nostri, invece, no”.
Per dirla breve, l’Atletico Roma ha avuto lo stesso trattamento di quando gioca al Flaminio. Cosa opposta per i tesserati della Juve Stabia. Paradossale quanto accaduto a fine gara, quando ad un addetto della societ� stabiese, � stato persino impedito di scendere negli spogliatoi e comunicare all’addetto stampa Filippi i calciatori richiesti dalla stampa.

Fonte: resport