Lᄡanalisi del giorno dopo: Foggia, scacco alla Reggina!

Termina 0-2 il risultato fra Reggina e Foggia al モGranilloヤ di Reggio Calabria. I rossoneri trovano il vantaggio nel primo tempo con Sarno, abile a far fuori un difensore e depositare alle spalle di Kovacsik con freddezza, e il raddoppio nel secondo tempo con una conclusione di DメAllocco dal limite dellメarea che viene sporcata da un difensore e beffa il portiere.

Alla vigilia
Dopo l�importantissima vittoria nel derby contro il Lecce ora il Foggia deve dimostrare di poter valorizzare questi risultati positivi con un�altra grande prestazione contro la Reggina. Fanalino di coda del campionato, societ� in grave crisi e squadra che viene da cinque sconfitte consecutive senza gol. Il Foggia, invece, viene da dodici risultati utili consecutivi ed � una delle squadre pi� in forma del campionato.

Lᄡanalisi della partita
Partono forte i rossoneri che in pochi minuti diventano padroni del campo a vantaggio di una Reggina che sembra in totale confusione. Sarno approfitta dell�occasione e realizza il suo terzo centro stagionale. Nel secondo tempo la Reggina entra in campo pi� motivata e per poco non trova il vantaggio con Masini. Nel momento migliore della squadra di casa ecco che il Foggia capisce di dover chiudere il match: ci pensa D�Allocco. Il resto � noia: il Foggia pur senza sfoggiare una grande prestazione riesce a portare a casa il massimo.

Top e Flop rossoneri
Altra grande prestazione del gruppo: tra i Top rossoneri inserisco il tecnico De Zerbi, D�Allocco e Sarno. Il mister rossonero � abile a mantenere alta la concentrazione dei suoi e a far scendere in campo una formazione affamata. D�Allocco bravo e fortunato: realizza con la complicit� del difensore ma si dimostra un centrocampista a tutto campo fornendo una prestazione di alto livello. Sarno non gioca una grande partita ma si dimostra di una freddezza glaciale quando si beve il difensore e deposita alle spalle del portiere.
Fra i Flop inserisco Iemmello e Sainz-Maza. Fa strano vedere lui fra i peggiori in campo ma, in questa partita, il bomber rossonero non riesce proprio a metterla dentro: tre nette occasioni da gol in cui centra sempre il portiere. Inoltre non da il suo solito apporto alla squadra e appare un poメ appannato. Il centrocampista spagnolo invece non ha inciso come la scorsa gara: lento in fase di costruzione e in ritardo nel raddoppio quando Insigne si accentrava.

Considerazioni finali
Il Foggia quindi espugna il �Granillo� e ottiene una vittoria importantissima in chiave play-off: infatti il Lecce ha clamorosamente perso in casa contro il Martina Franca cedendo, di fatto, il quarto posto ai rossoneri. Ma a guardare la partita salta agli occhi una cosa. La cura De Zerbi, infatti, continua e l�effetto si vede e come: il Foggia non � pi� solo bello ma � anche concreto! La squadra � pi� cinica, matura e affamata. Sicuramente ci sono ancora alcuni aspetti da migliorare ma questo Foggia ormai � consapevole delle sue potenzialit� e va avanti per la sua strada senza paura e a testa alta. Adesso un po� di meritato riposo e subito testa alla prossima gara: infatti sabato prossimo andr� di scena il derby Foggia-Barletta e non sar� affatto semplice. Sar� un ulteriore banco di prova per vedere quanto ancora possono crescere gli uomini di De Zerbi.