L�Hellas tenta la fuga, il Ravenna in cerca dell�aggancio

0
19 views

Una delle due partite pi� interessanti della ventiseiesima giornata si gioca senza dubbio al Bentegodi, dove il Verona ospita la Reggiana. Gli scaligeri partono con un vantaggio rilevante dato che i granata di mister Dominissini arriveranno in terra veneta con alcune squalifiche pesantissime (Alessi e Tomasig su tutti) e in un periodo di crisi di risultati (tre soli punti nelle ultime cinque gare). L�occasione � propizia e con il supporto del grande pubblico di casa gli uomini di Remondina potrebbero davvero dare il colpo di grazia alle inseguitrici prendendo il largo in caso di vittoria.

La crisi di risultati investe anche il Ravenna che, nell�altro big match della giornata, affronta al Benelli il Pescara a sole tre lunghezze. Tre punti significherebbero aggancio, nonch� l�uscita dal tunnel di negativit� che opprime i romagnoli da ben cinque turni. E tutto sommato l�andamento interno dei giallorossi non � niente male. In casa biancorossa invece la situazione � tesa e serve una prova di carattere per uscire indenni da questa difficile trasferta e conservare la posizione in classifica.

Allo stadio Mecchia l�Andria va a giocarsi una gara molto delicata contro il sorprendente Portogruaro. Alla compagine veneta sono bastate due vittorie consecutive, l�ultima delle quali all�Adriatico di Pescara, per balzare al secondo posto in solitaria dietro la capolista Verona. Il periodo di flessione che aveva seguito il brillante avvio sembra ormai superato e la squadra di Calori � tornata quella di inizio stagione. Un grosso ostacolo quindi per i ragazzi di Papagni che pure si stavano riprendendo bene ma che ancora non sono definitivamente usciti dalla zona pericolosa.

Il Cosenza, dopo aver sbancato lo Zaccheria ed essere tornato prepotentemente in zona playoff, attende la visita del Potenza fanalino di coda. Sulla carta l�incontro appare agevole, ma contro le compagini guidate dal vulcanico Eziolino Capuano � sempre difficile giocare tra le mura amiche. C�� da scommettere che i lucani, nonostante la bufera societaria che li investe ormai da qualche mese, venderanno cara la pelle per uscire almeno con un punto dal San Vito.

Ternana-Cavese mette di fronte la squadra umbra (che alterna vittorie importanti a sconfitte deludenti) ai metelliani che, con i dieci punti nelle ultime quattro gare, sono usciti dalla zona playout e adesso vanno in umbria per tenere a distanza le inseguitrici. Le fere inseguono un piazzamento negli spareggi per andare in B, ma il rendimento interno dei rossoverdsi � discontinuo e alla vigilia delle partite al Liberati � impossibile fare pronostici. Questo ovviamente rende la partita ancor pi� interessante.

Allo Iacovone si gioca il derby Taranto-Foggia. Gli ionici non prendono gol (e sono quindi anche imbattuti) da ben cinque turni, anche se in attacco faticano ancora a segnare. Cos� come faticano i rossoneri, che segnano poco, non riescono a vincere e regalano vittorie agli avversari. La situazione � critica e servono punti pesanti in chiave salvezza. Ormai da qui alla fine del campionato le partite saranno tutte come delle finali.

Marcianise-Rimini � la partita della vita per i campani. Il calendario � complicato, il gioco latita, la posizione in classifica sconfortante, anche alla luce della recente sconfitta a Cava. A questo si sommano i tanti problemi societari che affliggono la compagine di Boccolini. L�unica speranza � riposta nel fatto che i romagnoli hanno un rendimento esterno disastroso: solo sei punti (frutto di due vittorie) in trasferta per la squadra di Melotti, quasi sempre usciti sconfitti nelle gare lontane dal Romeo Neri.
E il Progreditur in versione “campo di patate” potrebbe creare non pochi grattacapi agli ospiti.

Allo stadio Biondi il Lanciano attende la visita del Pescina per un derby di medio-bassa classifica. I frentani sono esattamente a met� graduatoria e finalmente in questo girone di ritorno si sono sbloccati anche in casa. Le due vittorie consecutive danno morale alla banda di Pagliari che adesso vede i playoff a sole quattro lunghezze. Provarci � un obbligo anche alla luce del discreto avversario: i marsicani sono reduci dalla vittoria contro la Ternana, ma restano terzultimi, e sono in forte crisi.

In zona spareggi c�� Spal-Giulianova. La squadra estense � in salute, imbattuta da sette turni in cui ha messo insieme ben tredici punti, cio� quasi met� dell�intero bottino raccolto dall�inizio della stagione. Contro i giovani di Bitetto c�� l�occasione per distanziare ulteriormente le posizioni che scottano, andando a prolungare ancora questo periodo positivo. Gli ospiti, che devono fare i conti con una classifica deficitaria, sono reduci dalla bella prova contro il Taranto, e questo fa ben sperare.