LA GRIGLIA DI PARTENZA ヨ III FILA

0
61 views

scritto da Piero Colangelo
Match Analyst SICS
Osservatore Scout R.O.I.
III GRIGLIA
FOGGIA: ALLENATORE GRASSADONIAヨ SISTEMA DI GIOCO 1-3-4-2-1.
Inizialmente si pensava che il Foggia avrebbe apportato soltanto alcuni ritocchi all�organico della passata stagione, visto l�ottimo comportamento della squadra mostrato nel girone di ritorno. Vuoi per il cambio di panchina, vuoi perch� il vulcanico Nember ama le �rivoluzioni�, la squadra dauna si � ritrovata, alla chiusura del mercato, con una rosa abbastanza rinnovata soprattutto per quanto riguarda le caratteristiche dei calciatori acquisiti che determiner� persino una modifica del sistema di gioco.
Con ogni probabilit� si passer� dal 3-5-2 ad un pi� offensivo 3-4-2-1, con la rinuncia al play classico , marchio di fabbrica del Foggia post fallimento. Partendo da Padalino e sino ad arrivare a Stroppa, si sono alternati Quinto, Vacca e Greco, mentre con Il nuovo modulo provato gi� nell�amichevole con l�Ascoli � previsto l�utilizzo di due centrocampisti in mediana e di due trequartisti a supporto della punta centrale.
Lavoro non facile per il tecnico Grassadonia, che dovr� assemblare l�impianto di gioco con calciatori dotati di indubbie qualit� tecniche ma che dovranno essere anche al servizio del collettivo.
Dalla �rivoluzione� si � salvata la linea difensiva ed i due quinti di centrocampo, in pratica � stato sostituito solo il portiere. Dall�Udinese � giunto Bizzarri (77), autore di una pregevole annata in Friuli. A coprire il ruolo di mediani sono stati chiamati Busellato (93) e Rizzo (92). Il secondo un vero lusso per la categoria.
Da primato si presenta la doppia linea di attacco, con Galano (91) e Mazzeo(83) a sostenere il bomber principe Iemmello (92) . Sulla carta sembrerebbe una formazione un po´ troppo sbilanciata, ma qualora fosse cos�, non mancherebbero le soluzioni alternative, a cominciare da Deli (94), Chiaretti (87) e dallo stesso Rizzo che potrebbe agire anche come esterno di centrocampo.
La squadra, soprattutto per quello che � il potenziale offensivo, ha le carte in regole per raggiungere i play off, resta purtroppo il forte handicap rappresentato dalla penalizzazione.
Una delle probabili formazioni potrebbe essere:
Bizzarri; Tonucci, Camporese, Loiacono; Zambelli, Busellato, Rizzo, Kragl; Galano, Mazzeo; Iemmello.

SPEZIA : ALLENATORE MARINOヨ SISTEMA DI GIOCO 1-4-3-3.
Se lメultimo giorno di mercato lo Spezia non avesse centrato il colpo Galabinov, calciatore a lungo inseguito anche dal Foggia, il mercato della squadra ligure sarebbe stato definito piuttosto deludente. Pochi infatti sono stati i movimenti sia in entrata che in uscita di rilievo.
Ritroveremo per� uno Spezia pi� propositivo rispetto a quanto la squadra ha saputo esprimere con Gallo. Marino infatti ama dare alle proprie squadre un atteggiamento decisamente offensivo.
La difesa potr� contare oltre che sui riconfermati De Col 893) e Terzi (84), anche su Capradossi ,(96) ex Bari, calciatore che ancora non esprime tutto il suo potenziale e l�esterno basso di sinistra Crivello (91). Il portiere titolare sar� un altro ex genoano, Lamanna (89) .
A centrocampo, Mora (88) ed il gioiellino Maggiore (98), potranno giovarsi dellメapporto di un calciatore dinamico e forte agonisticamente come Crimi,(90), mentre sono valide le alternative rappresentate dai nuovi acquisti Acampora (94), Ricci (94) e Bartolomei (89).
Molto interessante si presenta il reparto offensivo, con i due esterni praticamente imprendibili quando partono in dribblig quali Okereke (97) e Bidaoui (90) , ed il gi� citato Galabinov (88).
Se i due esterni d�attacco daranno continuit� alle loro prestazioni, a volte troppo altalenanti, lo Spezia potr� inserirsi a pieno titolo nella lotta per i play off.
Probabile formazione:
Lamanna, De Col, Capradossi, Terzi Crivello; Crimi, Maggiore, Mora, Okereke, Galabinov e Bidaoui.

PESCARA: ALLENATORE PILLON ヨ SISTEMA DI GIOCO 1-4-3-3.
La strategia di mercato del Pescara si � indirizzata, in questa campagna acquisti, soprattutto sulla linea verde. Tantissimi giovani sono entrati a far parte dell�organico messo a disposizione del mister Pillon. Tutti calciatori di sicuro avvenire a cominciare da Antenucci (99) , gioiellino della Roma che ha gi� esordito in campionato con la squadra capitolina. Rinnovato il prestito con l�Atalanta di un altro 99, facente parte della under 19 nazionale, Capone. Senza parlare del ritorno a Pescara di Del Sole (98) e del promettentissimo terzino del vivaio l�uraguaiano Elizalde (00), per finire al promettente centrale Gravillon (98) scuola Inter.
A queste acquisiszioni, vanno aggiunte quelle di calciatori di livello per la categoria, quali Matteo Ciofani (88) ex Frosinone, Scognamiglio (87) ex Cesena, Memushaj (86) di ritorno dal Benevento, e Monachello (94) che tanto bene ha fatto lo scorso anno ad Ascoli nel girone di ritorno.
Una squadra sulla carta completa, un mix di giovani e calciatori esperti di assoluto valore per la categoria. Spetta ora a Pillon il compito di assemblare nel migliore dei modi l�organico. Il tecnico punta quest�anno anche al completo recupero fisico e soprattutto mentale di un calciatore forte come Coco. Se riuscir� nell�intento il Pescare potrebbe diventare la vera sorpresa di questo campionato
Probabile formazione:
Fiorillo; Ciofani, Perrotta, Scognamiglio, Elizalde; Memushaj, Brugman, Machin; Monachello, Coco, Antonucci.

VENEZIA: ALLENATORE VECCHI ヨ SISTEMA DI GIOCO 1-3-5-2
Tra le squadre che meno si sono mosse durante il mercato estivo, vi � il Venezia.
La strategia di conservare i titolari della passata stagione, con le sole dolorose partenze di Stulac, passato al Frosinone e Audero, rientrato alla Juve e poi girato dalla stessa alla Sampdoria. che tanto bene hanno fatto la scorsa stagione, ritengo sia stata una scelta giudiziosa. Cambiare tanto per cambiare quando non si ha la volont� di spendere, pu� risultare una strategia rischiosa ed allora tanto vale mettere in campo i giocatori che gi� si conoscono tra di loro e sanno muoversi in sincronia.
E� cambiato anche l�allenatore, � arrivato quel Vecchi , un Mourinho dei campionati giovanili, avendo vinto tutto quello che era possibile vincere con l�Inter.
Con l�arrivo del nuovo tecnico non si prevedono nemmeno rivoluzioni per quanto riguarda l�atteggiamento tattico ed il sistema di gioco. Vedremo ancora una squadra che giocher� sull�avversario ma anche in grado di attaccarlo appena possibile sfruttando i suoi punti deboli.
La difesa � rimasta praticamente invariata, con la sola sostituzione di Audero, con il bravo e promettente Lazzerini (95) , lo scorso anno ad Avellino. Acquisito anche il promettente Coppolaro (96) dal Brescia.
A centrocampo da registrare l�arrivo dal Novara, come quinto di destra, di Di Mariano (96) con caratteristiche pi� offensive rispetto a Zampano con cui si contender� la maglia da titolare. Bentivoglio con ogni probabilit� ritorner� titolare nel ruolo di play, mentre la rosa � stata completata con l�arrivo di un buon centrocampista quale � Schiavone (93) ex Cesena che pu� giocare anche da play.
La rosa degli attaccanti, anch�essa rimasta in pratica immutata, � stata arricchita con l�arrivo di un buon attaccante Citro (89) , ex Frosinone.
Probabile formazione:
Lazerini; Andelkovic, Modolo, Domizzi; Zampano, Falzerano, Bentivoglio, Pinato, Garofalo; Litteri, Citro.

CITTADELLA: ALLENATORE VENTURATO ヨ SISTEMA DI GIOCO 1-4-3-1-2
L�unica squadra di B che ha improntato la campagna acquisti pensando maggiormente a vendere i pezzi migliori piuttosto che a rinforzare l�organico � stato il Cittadella.
Hanno cambiato casacca calciatori come Salvi finito al Palermo, il promettentissimo Varnier, nazionale giovanile, passato allメ Atalanta, Kouame al Genova, Chiaretti al Foggia, Bartolomei allo Spezia e Arrighini al Carpi.
Sono arrivati una folta schiera di calciatori provenienti dalla C, con la sola eccezione del bravo Finotto (92) ex Ternana, esterno dメattacco, Malcore (93) punta centrale ex Carpi, Scappini (88) attaccante, ex Cremonese , Cancellotti (92) esterno basso ex Brescia e Branca (92) , ex Alessandria. Tutti calciatori che non possono definirsi di prima fascia.
Non facile il lavoro di Venturato di tenere fuori la squadra dai bassifondi della classifica. Ma non si pu� nemmeno escludere che il tecnico, vero valore aggiunto, non possa sovvertire ancora una volta i pronostici e portare a casa una tranquilla salvezza. Difficile comunque pensare che questa squadra possa ripetere il brillante campionato della passata stagione.
Probabile formazione:
Paleari; Cancellotti, Scaglia, Adorni, Benedetti; Settembrini, Iori, Branca; Schenetti; Finotto, Scappini