L´avversario di turno: il Giulianova

0
20 views

Sarà il Giulianova l´avversario che il Foggia incontrerà domani allo Zaccheria nell´anticipo del sabato Santo. Dopo il Taranto quindi è la volta di un´altra formazione in piena lotta per la permanenza in serie C1. A differenza degli ionici, però, i marchigiani, a seguito del successo casalingo di domenica scorsa ottenuto contro il Sora (1-0), sono riusciti a tirarsi fuori dalle “sabbie mobili” della zona playout e, vantano ora da quest´ultima due punti di vantaggio. La formazione giallorossa guidata dal tecnico Francesco D´Arrigo, ha conquistato finora 34 punti, frutto di: nove vittorie, sette pareggi e dodici sconfitte; tra le squadre “pericolanti” è senza dubbio quella che gode di ottima salute. Undici punti conquistati nelle ultime sei uscite, a seguito di due pareggi, tre vittorie ed una sconfitta. Non solo, il Giulianova sempre nelle ultime sei gare ha realizzato nove reti subendone appena tre. Non si direbbe invece che le cose vadano bene in trasferta. Dei 34 punti realizzati, appena otto sono quelli conseguiti lontani dal “Rubens Fadini” di Giulianova; i giallorossi infatti, fuori dalle mura amiche hanno inanellato nove sconfitte (su tredici gare disputate), subìte ad opera di Vis Pesaro (1-0), Taranto (3-1), Sora (2-0), Lanciano (1-0), Acireale (1-0), Martina (4-1), Teramo (2-1), Benevento (1-0) e Catanzaro (2-1); sono due invece, i pareggi conquistati lontani dal proprio pubblico e precisamente in quel di Fermo (1-1) e di San Benedetto del Tronto (0-0). Le uniche due vittorie in trasferta risalgono al quarto ed al nono turno di campionato, rispettivamente conquistate a discapito del Chieti (0-1) e de L´Aquila (0-2). Scarno anche il numero delle reti esterne che ammontano ad otto, mentre diciotto sono quelle incassate. Due sono gli ex di turno dell’incontro, uno per parte: il difensore Massimiliano Tangorra(nella foto) nelle fila del Giulianova e Pasquale Catalano in quelle del Foggia. Questa la probabile formazione che si opporrà agli uomini di Marino: Puggioni, Olivieri, Del Grosso C., Obbedio, Tangorra, Cottafava, Felci, Giannone, Frati, Munari, Cozzolino.