L’avversario di turno: tutto sulla Virtus Francavilla

0
101 views
I giocatori della Virtus Francavilla esultano dopo un goal (foto: Sito ufficiale Virtus Francavilla)

Domenica scorsa la Virtus Francavilla ha fermato il Catanzaro (1-1).
In precedenza aveva collezionato due sconfitte consecutive (con Casertana e Ternana) che avevano interrotto una striscia positiva che durava da 3 giornate (pareggio con la Paganese e vittoria con Potenza e Monopoli).
L’avvio di torneo non era stato esaltante, tutt’altro: 4 sconfitte (nell’ordine con Bari, Turris, Juve Stabia e Catania) inframmezzate solo dal pareggio con la Vibonese.
Insomma, fin qui il cammino della V. Francavilla è stato altalenante, tendente più al basso (6 sconfitte) che all’alto (2 vittorie).

In classifica conta 9 punti (conquistati in 11 partite).
Con 16 reti al passivo, la Virtus Francavilla ha una delle peggiori difese (hanno subìto più gol solo Potenza, Cavese e Casertana). Buono, al contrario, il bottino di reti all’attivo: 12 (firmate, peraltro, da 9 calciatori diversi).

La Virtus Francavilla è al quinto campionato consecutivo in serie C.
Nelle precedenti stagioni si è sempre qualificata per i play off, mai superando – però – il secondo turno.
La favola bianco-azzurra ha un nome e un cognome: Antonio Magrì che guida il club dal 2014.

Ma tra gli artefici dell’ascesa nel calcio professionistico della squadra di Francavilla Fontana (che 6 anni fa era ancora in Eccellenza) v’è sicuramente Antonio Calabro (oggi sulla panchina del Catanzaro, dopo aver guidato Carpi e Viterbese) che portò la Virtus prima in D (2015) e poi  – per la prima volta – in Lega Pro (2016).

Da due anni siede sulla panchina brindisina Bruno Trocini (calabrese, 46 anni, ex attaccante con oltre 200 presenze in serie C), in precedenza allenatore del Rende.
Trocini adotta il modulo 3-5-2.
Questo l’undici schierato con il Catanzaro: Crispino (26 anni, ex Casertana) tra i pali; Sparandeo (21, in prestito dal Benevento, già 2 reti all’attivo), Delvino (22) e Panbianchi (31, ex rossonero) in difesa (dove mancava per squalifica Caporale); Zenuni (23, italo-albanese, a segno contro i calabresi) play di centrocampo con Franco (28, ex Cesena) e Di Cosmo (22, in prestito dall’Entella) ai suoi fianchi; Giannotti (21, in prestito dal Crotone) e Nunzella (28, capitano) sulle fasce; Ekuban (20, ghanese, scuola H. Verona) e Perez (31, italo-argentino, ex Cosenza, 2 gol finora), in attacco.
L’età media della rosa è bassa: 23,8.
Hanno trovato spazio, ultimamente, tra i titolari anche Calcagno (in difesa), Castorani (a centrocampo) e Mastropietro (in attacco).

Nell’unico precedente allo Zaccheria in campionato (serie C, 2016/17) finì di goleada per il Foggia: 5-1.

La sfida di domani (fischio d’inizio alle 14,30) sarà diretta dal signor Luciani della sezione di Roma1.