Le parole di Nember e Iemmello

0
47 views

Le parole di Luca Nember e Pietro Iemmello in conferenza stampa:

Nember: �Per me � un piacere presentare il ritorno di Iemmello e che lui abbia insistito per venire qui. Vuole ripartire e dare un successo a questa piazza, rifiutando cose importanti in tutti i sensi. � sempre stato un pallino anche della famiglia Sannella, che deve essere ringraziata ed anche se non si vede sta supportando tutto. Li ringrazio per avermi dato la possibilit� di riportare il Foggia dove � stata pi� di 20 anni fa, e ringrazio anche il Segretario, il Commissario che ha firmato cose anche il 15 di Agosto, ma anche chi � in biglietteria e l�ufficio Stampa. Per Pietro si dovr� aspettare un po� perch� avuto un intervento di pulizia di menisco, mentre altri hanno squalifiche. Chiedo alla piazza ed alla stampa pazienza perch� abbiamo pi� squalificati che disponibili e qualcuno che � arrivato in ritardo per via del mercato. Abbiamo un progetto serio e quando tutti saranno pronti la squadra andr� in crescendo. Il campionato finisce a maggio e non a settembre, e vedremo una cavalcata importante.
Un allenatore viene messo in difficolt� se non ha i giocatori, non se ce li ha. Ha a disposizione scelte importanti ed ha possibilit� di decidere chi far giocare e chi far sedere. Prenderne solo 11 per giocare 36 partite non � fattibile perch� il campionato � lungo. Se non avessimo la rosa un po� ampia sarebbe pi� difficile. Abbiamo cercato di mettere le caratteristiche di cui Grassadonia ha bisogno, poi tutti i giocatori vorrebbero essere in difficolt� per le scelte. Rizzo aveva dato la parola a me ed ha preferito la B a Foggia che la Serie A a Parma. Poi un giocatore attira l�altro: quelli bravi portano quelli bravi, e ringrazio tutti dal primo all�ultimo anche perch� sanno che devono fare bene.
Nenache sotto tortura dico se possa aggiungere o meno qualcuno dagli svincolati. Adesso societ� e direttore sportivo non vanno in vacanza perch� sono tutti importanti ed ora inizia il bello. A comprare i giocatori sono tutti bravi e non voglio complimenti ora ma quando vinceremo. Sarebbe riduttivo dire che c�� spazio di fare qualcosa, abbiamo fatto bene ed abbiamo due per ruolo. Ad oggi non c�� necessit� di inserire qualcuno. Questo � un gruppo importante che deve recuperare, mettersi a posto e cominciare a cavalcare. Stiamo bene cos� ed ho bisogno di fare qualche uscita.
Chiedermi un bilancio del mercato diventa difficile. Abbiamo messo dentro 12 calciatori nuovi facendo un cambiamento pesante dal punto di vista tecnico e di gruppo, cambiando in ogni reparto. C�era necessit� di intervenire per fare uno step migliorativo, aggiungendo calciatori di categoria o superiore. Oggi la situazione del Foggia non � delle migliori e stiamo studiando cosa si possa fare per abbassare il deficit della penalizzazione. Credo dovrebbe esserci giustizia su quanto sia stato fatto e sulle stupidaggini dette da alcune persone poich� poco informate. Se dovessimo recuperare qualche punto credo che potremmo divertirci. A noi non preoccupa la penalizzazione e partiamo sapendo di dover fare una cavalcata, facendo prestazioni in crescendo.
A gennaio il Foggia era penultimo mentre quest�anno il mercato � stato diverso. Abbiamo fatto un gran salto dal punto di vista tecnico e tattico, tenendo solo 3 degli 8 arrivati lo scorso gennaio. Sono convinto che con l�aiuto di tutti potremo fare bene.
Ho perso il conto delle uscite che abbiamo fatto. Ne abbiamo ancora 3/4 che non fanno parte del progetto o in Italia o all�estero. Credo che sia una cosa che convenga anche a loro, perch� altrimenti starebbero fermi.
Qualche anno fa mi chiamarono Fedele Sannella e Di Bari e mi chiesero di comprare Iemmello al Chievo dallo Spezia per poi girarlo da noi, ma sinceramente Iemmello al Chievo me lo sarei tenuto anche se poi non se ne fece nulla.
Su Mancuso non devo smentire n� confermare nulla. Quelli che sono arrivati sono arrivati. A volte faccio uscire notizie di calciatori che ho trattato.
Oggi Floriano non � in uscita e si sta allenando. Lui � ambito in C ma per me � un ragazzo d�oro che si allena al 100%. Chi non fa parte non si allena col Foggia. Lui � competitivo e so che vorr� lottare per un posto e potr� decidere autonomamente lui, se si sentir� stretto potr� anche partire, ma fa parte del progetto. Si � allenato forte e pu� rimanere se vuole.
Mi � stato fatto notare che la Gazzetta nazionale non ha considerato nessun attaccante del Foggia per la classifica marcatore: io dico che Mazzeo ha fatto 20 gol, Iemmello ne ha fatti 50 in passato, Chiaretti, Gori e Galano sono altri che segnano tanto. Io credo che quelli bravi giocano insieme, sar� l�allenatore a trovare il modo giusto.
Non so se Stroppa si stia pentendo o meno, ma lui ha fatto una scelta che per lui andava fatta. � andato in una squadra retrocessa dalla A e che ha tenuto calciatori importanti. Non so se i giocatori sarebbero stati gli stessi se fosse rimasto Stroppa, perch� magari non si sarebbe potuto esprimere al meglio con questi calciatori. Abbiamo fatto una parentesi di 6 mesi insieme con un buon percorso ma non posso pensare se si stia pentendo o meno, ma penso a domenica.
Da parte mia il commissario non � mai stato un problema ed � un rappresentante legale per noi. Firma i contratti ed era giusto ringraziarlo per averlo fatto a ferragosto. � stato molto disponibile. Qui c�� gente che lavora fino a mezzanotte, lui firma solo. Chi paga qui � la famiglia Sannella. Ha fatto cose che avrebbe potuto farmi penare per le tempistiche, ma � stato sempre molto puntuale. La sua presenza non � facile perch� � anomala, ma � sempre stato disponibile�.

Iemmello: モQuando ero davanti al Tribunale ancora non sapevo che avrei potuto firmare con il Foggia. Era ancora troppo presto.
Per me Foggia � importante come piazza per quello che mi ha dato e perch� si vive di calcio, e la gente cerca speranza nel calcio. Sono stato io a spingere ma anche la societ� a mettermi in condizione di trovare qui.
Fisicamente mi ci vorranno un paio di settimane e non di pi�. Vengo da un anno pieno di infortunio e non vedo l�ora di poter riprendere a lavorare bene per dare una mano alla squadra.
La trattativa � difficile dire quando sia partita, forse tre anni fa. Non mi prefisso obiettivi personali e continuo a dire che il bene principale debba essere quella del Foggia.
Sono venuto qui perch� questa squadra pu� fare un gran campionato. � giusto che ci sia la giusta concorrenza anche perch� cos� si alzano tante asticelle come quelle della concentrazione e dell�attaccamento alla maglia.
Credo di poter giocare con Mazzeo e Galano ma credo sia giusto di parlare anche di altri compagni. Siamo tutti sullo stesso livello e credo potremmo giocare anche in 4, perch� vogliamo vincere quest�anno. Conoscevo Mazzeo e credo sia un grandissimo giocatore. Galano a Bari ha fatto benissimo e per me giocare con due calciatori di qualit� � importante.
Trovo una societ� che � andata avanti nella programmazione e pronta per certi eventi. Sono cambiati calciatori ed altre cose e ritrovo il Foggia soprattutto in B.
Dopo la partita con il Milan vinta quando giocavo nel Benevento dissi a De Zerbi che cメeravamo presi una mezza rivincita per la sconfitta nei play-off col Pisa.
Passando dalla C alla A � un grande cambiamento. Durante gli allenamenti c�� un�intensit� pazzesca che poi ti ritrovi la domenica�.