Lecce, Papini: “Fondamentale contare sui nostri tifosi”

0
25 views

Per Romeo Papini non ci sono dubbi: giocare il quarto di finale in casa contro il Bassano � senza dubbio un vantaggio. Ovunque sarebbe pacifico, ma non a Lecce dove il vortice dei malumori dovuti al calo nella parte finale del campionato ha abbassato pericolosamente la temperatura dell�entusiasmo che pure si era ricreato nel corso della stagione.

Il capitano dei giallorossi, che conosce le due facce dei play off � per averli vinti con il Carpi e proprio contro il Lecce -, si � presentato in conferenza stampa sereno e rinfrancato: �Dobbiamo credere nel nostro lavoro. Abbiamo bisogno sul sopporto dei nostri tifosi che sono stati eccezionali per tutto l�anno. Ci hanno sempre sostenuto, anche quando vincevamo stentatamente per 1 a 0 o quando giocavamo bene solo met� partita�.

Papini sa perfettamente che la prevendita per la gara di domenica contro la formazione allenata da Sottili � partita con il piede giusto: � ancora presto per fare pronostici ma la cornice di pubblico sar� senza dubbio pi� che degna. Intanto la squadra da domani sar� in ritiro, ma non distante dal capoluogo, per cercare di serrare i ranghi e ritrovare quella sintonia mentale che una stagione stressante, sempre vissuta rincorrendo, ha messo a dura prova. La gestione dell´adrenalina, ha spiegato, � determinante, perch� si rischia di disperdere energie ben prima della partita effettivamente giocata.

A proposito di inseguimento alla vetta della classifica, l�appannamento nell�ultima parte di stagione fa temere una condizione atletica non pi� brillante: �Secondo me arriviamo bene ai play-off – ha risposto sul punto il capitano -: a parte il problema per Freddi, quasi tutti abbiamo lavorato con continuit�, non ci sono stati particolari infortuni muscolari. Penso che ci siamo anche dal punto di vista mentale: � vero che si poteva anche vincere il campionato, ma di cose buone credo ne abbiamo fatte�.

Papini ha dimostrato molto rispetto per gli avversari – l´anno scorso, con Antonino Asta in panchina, furono sconfitti in finale – ma soprattutto grande fiducia nei compagni: “Era importante che facessero goal gli attaccanti – ha detto riferendosi alle marcature di Caturano, Moscardelli e Doumbia contro la Lupa Castelli Romani – perch� abbiamo bisogno di loro”.

fonte: lecceprima.it