Marchionni: “C’è poco Marchionni in questo Foggia. A Terni con voglia”

0
472 views

Le parole di mister Marchionni nella conferenza stampa pre-Ternana:

”C’è poco tempo per assimilare il confronto con la squadra avuto dopo Foggia-Avellino. Ora dobbiamo fare i fatti perché non possiamo essere quelli di Avellino, avevamo fatto 1 passo avanti con il Catanzaro, ma poi ne abbiamo fatti 5 indietro. L’anno scorso si giocava in un modo ma io ho tutt’altre idee. Forse non sono stato chiaro a far capire quello che voglio e l’unica volta che lo abbiamo fatto abbiamo segnato. Quando si fanno determinate esercitazioni è perché c’è uno studio dietro volto a mettere in difficoltà l’avversario.

Il calendario ci dava per spacciati ma ci siamo sempre giocati la partita. Veniamo da 3 sconfitte consecutive ed una prestazione brutta. Devono aumentare le motivazioni.

Mi sento in disccussione perché dopo 3 sconfitte è giusto che sia così perché sono l’allenatore e mi prendo le mie responsabilità.

Tutti gli allenatori sperano sempre che si possa operare sul mercato quando qualcosa non va bene. I ragazzi hanno dimostrato di poter fare partite ad alto livello, come col Potenza ed a tratti contro il Catanzaro. Ho avuto la fortuna di giocare a calcio e non parti sempre già battuto. Ci sono squadre più attrezzate a volte, ma dipende da quello che ci metti in campo. Se in casa mia ho fatto di tutto e gli avversari sono stati più bravi gli batto le mani, ma se gli altri fanno solo il minimo indispensabile c’é qualocsa che non va. Di Marchionni sicuramente oggi c’è poco in questo Foggia.

Non ho incontrato ostruzionismo nello spogliatoio. Il passato è passato e dobbiamo pensare al presente. Per me i ragazzi hanno voglia di giocare a calcio ed hanno bisogno di avere la palla e divertirsi. Prendiamo purtroppo troppi gol e per evitarlo dobbiamo saperci sacrificare, giocando senza subire.

Sul mercato, il direttore Corda sa cosa serve.

Rocca ha avuto un risentimento all’adduttore ed è inutile rischiarlo. Di Masi, Salvi e Naessens sono recuperati.

Lo spogliatoio ovviamente non è felice, ma dipende da noi. Giocando ogni 3 giorni ed un risultato positivo può cambiare tutto.

Baldé e Vitale hanno fatto bene e li valuteremo. Il passaggio ad una difesa a 4 può essere un’ipotesi ma secondo me non in questo momento, perché andremmo a togliere certezze alla squadra.

Voglio una squadra che voglia ottenere il risultato importante e la serenità per lavorare nel migliore dei modi”.