Martina, il pallonetto di Baclet a tempo scaduto manda in visibilio i tifosi

Apoteosi al Tursi. Il primo round dei play-out va al Martina che fa letteralmente esplodere di gioia il suo stadio ben oltre il 90′ con il re dei bomber Allan Baclet il cui pallonetto delizioso a superare Santurro � prodezza da vedere e rivedere. Difficile non farsi coinvolgere da quella che �, a tutti gli effetti, una giocata da campione consumato, con ancora tanta lucidit� a ridosso del triplice fischio finale. E� il gol che libera una gioia immensa, che piega i lucani, che alimenta speranze di salvezza nel match di ritorno in terra lucana. Quasi una maledizione per il Melfi che, contro i biancazzurri, con quello odierno, ha incassato tre reti e tutte e tre allo stesso minuto in extra-time. La zona recupero, dunque, sorride al Martina e fa tremare il Melfi. Una vittoria che i biancazzurri hanno dimostrato, tuttavia, di meritare dinanzi ad un pubblico eccezionale tornato numeroso facendo leva su un grande spirito di gruppo e su un sacrificio collettivo degno delle squadre combattive e mai dome. Il Martina, ben messo in campo dal tecnico Franceschini, con tutti i suoi interpreti, ha dimostrato di credere al miracolo salvezza, anche se � ben consapevole che ancora non si � conquistato nulla di importante. C�� un�altra finale da non fallire, quella decisiva. Altro dato curioso dell�incontro: l�attaccante Masini che a Melfi nella stagione regolare aveva siglato il gol del momentaneo vantaggio viziato da un tocco di mano, � stato questa volta ammonito e quindi espulso per un altro tocco di mano. Un divertente segno del destino che ha portato qualche secondo pi� tardi, Baclet, grazie ad un recupero e ad un assist al bacio di Antonazzo, a regalare una gioia immensa ai suoi tifosi. Rete che al 95′ poteva essere bissata addirittura da Marchetti se non ci fosse stata l�opposizione decisiva dell�estremo difensore lucano al suo colpo di testa. Sarebbe stato il gol della felicit� assoluta, ma per il momento va bene cos�. Da rimarcare la grande partecipazione ed il calore di tutto il pubblico a sostegno della squadra. Una super coreografia, quella realizzata dalla curva nord, che � gi� in fermento per la partita di ritorno di Melfi dove si pronuncer� il verdetto definitivo. C�� l�obbligo di recarsi in massa in Basilicata.

fonte: asmartinafranca1947.it