Messina, Lucarelli: “Troppi errori sotto porta, male la prima mezz´ora”

0
17 views

Non pu� essere soddisfatto Cristiano Lucarelli, dopo il pareggio del suo Messina contro la Fidelis Andria, che nella prima parte di gara ha messo sotto i giallorossi: “Avevo cominciato da un po´ a parlare della partita perch� dai filmati le caratteristiche dell´Andria si sposavano male con le nostre; la prima mezz´ora dal punto di vista mentale l´abbiamo affrontata male, ci siamo sentiti pi� bravi del solito, creando la mancanza di voglia di lavorare per la squadra; ho spesso elogiato i nostri attaccanti ma oggi non ci hanno aiutato, difendevamo in sette e non deve accadere: se non diamo il 101% in questo momento facciamo fatica con tutti”. Non bene dal punto di vista difensivo, ma in attacco si sono viste ottime trame: “Il mio miglior Messina dal punto di vista offensivo, ma come rovescio della medaglia ci sono state disattenzioni che non devono accadere. Io ho sempre fame, prima di ogni partita sono sempre incazzato: in Italia c´� questa usanza che dopo un filotto di vittorie si devono creare condizioni per prendere ´tranvate nei denti´”.

“Ci avevano preparato la partita addosso – prosegue il mister livornese -, arrivavano troppo facilmente alla nostra area e quando si riconquista palla troppo bassi vedi che c´� qualcosa che non va. Siamo andati meglio con il 3-4-3 ma � mancato spirito operaio, offensivamente la partita mi � piaciuta nonostante qualche errore di troppo sotto porta; c´� da essere contenti perch� partite cos� rischi di perderle, ma � mancato lo spirito operaio”. Sul cambio Ferri-De Vito: “Ho provato a spingere sull´acceleratore al massimo con Ferri esterno provando a trovare il vantaggio, e se ci fossimo riusciti avrei inserito un esterno per Madonia; quando abbiamo rischiato un paio di volte da quella parte per� ho pensato di allungare la serie positiva che ci aiuta a livello mentale. Da esterno mi sarei divertito, ma da allenatore del Messina no perch� abbiamo offerto troppe volte il fianco all´Andria e perch� con quelle occasioni dobbiamo vincere”.

Non � solo questo per� il cruccio di Lucarelli: “Non ce l´ho con Pozzebon, gli errori sotto porta ci possono stare, si tratta di situazioni istintive; mi d� fastidio la prima mezz´ora, prima del loro gol avevano gi� creato due situazioni di pericolo e l� si deve accendere l´allarme rosso, mi sono arrabbiato e ci sono rimasto male. In cinque partite non avevamo concesso nessun tiro in porta all´avversario, oggi sembrava di giocare undici contro zero, potrei giocare anche io a 41 anni e con dieci chili sovrappeso in quel modo”. Il punto comunque � “importante perch� allunga la serie positiva, partite cos� rischi di perderle; � un punto guadagnato, abbiamo avuto letture sbagliate su tantissime situazioni, mi dispiace perch� temevo l´Andria ma non pensavo di concedere cos� tante situazioni di pericolo. Giocare una partita propositiva non vuol dire che dobbiamo rischiare cos� tanto, i maggiori rischi ci sono quando si attacca, ma oggi eravamo lunghi e sfilacciati con la squadra spesso spaccata in due. Sono schietto e sincero, ho elogiato gli attaccanti nelle altre gare ma oggi li devo riprendere, Andria ha trovato tante trame senza fare troppa fatica; l´atteggiamento difensivo non mi � piaciuto, noi dobbiamo essere bravi a non sentirci bravi: sei ancora nella bagarre in classifica, se poi con molto lavoro e migliorando dovremo indossare un altro tipo di abito pi� avanti ben venga, mafino a ora siamo andati bene con la nostra umilt�”.

“Le uniche zone praticabili sono le fasce – prosegue il mister -, avevamo preparato partita per trovare superiorit� sugli esterni, col 3-4-3 � cambiato qualcosa perch� avevamo un uomo in pi� in mezzo e dietro ci trovavamo in tre contro due; il cambio di modulo � servito ma sapevamo che potevamo trovare difficolt�, dispiace che non ci sia stata la giusta applicazione, davamo troppo per scontato che loro potevano essere stanchi dopo la partita col Foggia, ma il pericolo � sempre la settimana dopo, come anche successo a noi la scorsa settimana contro il Matera”. Un´ultima battuta Lucarelli la riserva a Milinkovic: “Deve ancora sviuppare il suo enorme potenziale, da uno come lui io mi aspetto sempre qualcosa di pi�. Se mi puoi dare 9 e mi dai 8.5 non mi accontento, in questa categoria pu� fare la differenza”.

fonte: messinanelpallone.it