Messina, Paramatti: �A disposizione del mister. Questa � una grande piazza�

0
27 views

Entusiasmo, grinta e voglia di emergere. Non vede l´ora di mettersi in gioco il neo acquisto del Messina Lorenzo Paramatti, difensore, giunto in riva allo stretto dal Bologna con la formula del prestito secco annuale.

�Sono molto contento di essere a Messina, una piazza sicuramente importante, dalla grande tradizione calcistica e sportiva. Nasco come difensore centrale, le mie caratteristiche per� mi consentono di ricoprire tutti i ruoli della difesa, sia un sistema a tre che a quattro – ha dichiarato l´atleta biancoscudato – . Mi adatto tranquillamente anche come terzino, sia a destra che a sinistra, ma sono a disposizione del mister, decider� lui come e quando utilizzarmi�.

Nato a Faenza il 2 gennaio del 1995, Lorenzo � cresciuto nel vivaio del Bologna, dove ha fatto tutta la trafila fino alla formazione Primavera. Successivamente una parentesi importante nel settore giovanile dell´Inter, il ritorno al Bologna e lo scorso anno il prestito al Siena: �Sono soddisfatto della mia ultima stagione – afferma – . A Siena, con il cambio alla guida tecnica sono riuscito a trovare una buona continuit�, ritagliandomi i miei spazi e mettendomi in luce da gennaio in poi, giocando quasi sempre. Mi appresto adesso ad iniziare una nuova avventura in un altro girone. Le differenze? Il Girone C credo sia pi� competitivo rispetto al Girone B, sicuramente pi� caldo e difficile, con tifoserie importanti e molto passionali. Vedere una cornice di pubblico di un certo livello � sempre emozionante per un calciatore. Ci sono pressioni e responsabilit� diverse, sar� necessario forgiare il carattere e mettersi in gioco�.

Positive anche le prime impressioni sull´ambiente peloritano: �Il bilancio iniziale � decisamente ottimo – ha dichiarato – . Lo zoccolo duro dei calciatori pi� esperti mi sta aiutando parecchio ad inserirmi, da Burzigotti e Giorgione, passando per Bramati. Lo staff tecnico che sta formando un bellissimo gruppo, mettendoci nelle condizioni di lavorare nel migliore dei modi�.

Messina, un banco di prova sicuramente importante per il giovane Lorenzo: �Ho scelto Messina per la storia, per il blasone e per la grande tradizione – continua – . Si tratta di un club che ha militato tanti anni in categorie importanti, tra Serie A e Serie B. E´ una piazza bellissima, con una tifoserie stupenda. Ho scelto Messina anche in virt� della presenza del mister Valerio Bertotto che � stato un difensore importante. Da lui posso imparare davvero tanto, sono a sua completa disposizione, spero di crescere seguendo i suoi insegnamenti�.

Figlio d´arte, per Lorenzo � sempre stata molto importante la figura del padre Michele, ex bandiera del Bologna e con un passato nelle fila della Juventus: �Mi ha sempre aiutato tanto, sia dentro che fuori dal campo, dandomi preziosi consigli per crescere sia da un punto di vista umano che sotto il profilo calcistico – afferma – . Per me � sempre stato fondamentale�.

Sul futuro prossimo, in conclusione: �Non posso fare promesse, ma sicuramente dar� sempre il cento per cento per il Messina, fino alla fine. Dar� il massimo senza mai tirarmi indietro, mi impegner� e cercher� di dimostrare il mio valore sul campo�.

fonte: messinanelpallone.it