Mongelli: “Non posso chiedere a Zamparini di prendere il Foggia”

0
18 views

ORE 11.40: Il sindaco di Foggia Gianni Mongelli, nel corso della conferenza stampa dedicata al ritiro delle sue dimissioni (tuttᄡora in corso), si sofferma sulla vicenda del Foggia Calcio: ᆱNon posso telefonare e chiedere a Zamparini di prendere il Foggiaᄏ.

Ben presto arriva la domanda specifica sul caso Foggia – Calcio. �Si � detto di tutto su di me in questi giorni – dice Mongelli -. Si � detto che il Sindaco si occupava del calcio invece dei problemi pi� importanti della citt�. Quello che � successo fino ad oggi non la reputo una sconfitta. In questa vicenda io non sono rimasto nello spogliatoio, per usare un termine calcistico. Ho preferito giocare la partita, altri invece non l�hanno fatto. E� noto tutto quello che ho provato a fare e che ho fatto. La forte debitoria della vecchia gestione non ha favorito interventi, ma questo � gi� il passato. La norma, oggi, prevede che il titolo sportivo venga assegnato dal sindaco. Abbiamo fatto un bando copiando quello del sindaco di Salerno De Luca. Noto, con piacere, che ci sono degli imprenditori locali che si stanno facendo carico della cosa. La riflessione sul tessuto economico della nostra citt� va fatta in senso pi� ampio: � difficile fare esborsi per il calcio. Non consento, per�, che si pratichino atti di violenza o reazioni esagerate. Il calcio � finito e ripartito in tante altre citt�, da Napoli a Trieste ed ancora Taranto e Piacenza. Io posso solo promettere che far� di tutto affinch� si riparta, e lo far� fino alle ore 19 di luned�. Io, come sindaco, devo cercare di coinvolgere tutti ma nei limiti dei miei compiti istituzionali previsti dalla legge. Ho la coscienza pulita, consapevole di aver fatto tutto quanto necessario�.

ORE 12.00: Arriva anche la domanda sullᄡazionariato popolare.
Si poteva fare qualcosa in pi� visto l�immobilismo del tessuto economico?
�Ho incontrato personalmente Macchiarola e l�ho sostenuto pubblicamente. Oltre questo non so cosa posso fare. Nel corso dell�incontro con il presidente del CONI ho auspicato la presenza dei tifosi in societ�. Certo non possiamo pensare che, nonostante la passione, Foggia sia come Barcellona o Madrid. Non si pu� andare avanti solo con l�azionariato popolare�.