Novara, Di Carlo “sar� una battaglia”

0
50 views

Consueta conferenza stampa prepartita, per il tecnico del Novara Mimmo Di Carlo. Nel giorno del suo compleanno (54 anni), l´allenatore ex Spezia, guarda con fiducia al match di Salerno, focalizzandosi sulla gara contro i granata e non guardando le altre partite di campionato all´orizzonte: “Se guardo alle partite future commetto un grave errore, quello che ci interessa di pi� � oggi e quindi la partita contro la Salernitana. Restano undici partite e dobbiamo arrivare a quota 50 punti. Dopo due risultati utili � migliorata la nostra classifica ma ora ci serve continuit� per fare prima possibile i 15 punti necessari per la salvezza. Alla partita di domenica ci arriviamo dopo due buoni risultati, � un dato positivo e i ragazzi devono continuare a cercare fiducia nelle giocate e nelle situazioni di gioco. Le ultime due partite fuori casa non mi sono piaciute, nonostante l�impegno, siamo tornati a casa a mani vuote. Adesso dobbiamo tornare da Salerno con dei punti”.

Come affrontare la gara di domenica: “A Salerno il campo � caldo, c�� una grandissima tifoseria e sar� una battaglia. Solo con grande intensit� e grande concentrazione si esce con dei punti dall�Arechi. Abbiamo dei giocatori che in campo aperto possono far male, forse anche per questo prima in trasferta si facevano pi� punti. Avendo spazi davanti alcuni calciatori ne beneficiano, ma non tutti. Bisogna trovare le soluzioni giuste, a volte non riusciamo ad essere precisi negli spazi stretti. Nella nostra testa deve esserci solo il pensiero di dare il 100%, questo � il nostro destino. Se non giochiamo al massimo non arriviamo al risultato”.

Capitolo formazione: “Da Cruz ci dava un�opzione in pi� in tal senso, per� Puscas, Moscati, Casarini e Di Mariano non sono da meno. Il Novara, nel complesso, deve crescere ma i presupposti ci sono. I ragazzi sono tutti disponibili per� non si pu� essere perfetti tecnicamente. Bisogna essere perfetti a mentalmente, dobbiamo anche saper rimontare perch� si pu� andare sotto, ma questa squadra ha dimostrato di avere il carattere per riemergere. Bisogna per� migliorare la fase di non possesso, stiamo lavorando per questo. I gol non li prendono i difensori, ma i centrocampisti e gli attaccanti. Il calcio � equilibrio e noi stiamo cercando questo attraverso il lavoro e la determinazione. Due giocatori sono ritornati in gruppo: Ronaldo e Maniero. Anche Chiosa � rientrato subito ed � a disposizione, a destra giocher� uno tra Del Fabro e Moscati, con Chiosa o Calderoni a sinistra. Ad oggi ci siamo tutti, a parte gli infortunati di vecchia data e i ragazzi che sono in Nazionale. Maniero? Non ha fatto la preparazione, ma resta un giocatore importante per questa squadra. Da qui alla fine ci dar� una grossa mano, � determinante e per me � un giocatore di riferimento�.

fonte: forzanovara.net

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui