Padalino: �Oggi prova di coraggio e maturit�

0
70 views

Le parole di Padalino in conferenza stampa:

�Dobbiamo ripartire dal riuscire a miscelare gli aspetti che si sono notati di pi� tra primo e secondo tempo. Nel primo abbiamo tenuto compattezza tra i reparti per evitare le ripartenze, mentre nel secondo abbiamo preso coraggio e spazio, cercando con pancia, cuore, passione e coinvolgimento dello stadio, di fare risultato. Non � venuto e pu� capitare di sbagliare rigore cos� come che un portiere alto provi a bloccare invece di allontanare di pugno il pallone. Dobbiamo migliorarci in alcuni aspetti.

Ringrazio i miei calciatori perch� hanno dato risposte mettendoci convinzione. Abbiamo cercato di evitare grossi discorsi e di provare a fare le cose necessarie che hanno nel DNA. Abbiamo inserito qualcosa cercando di tirare su una condizione generale e da questo possiamo solo ricaverne del bene. Bisogna saper gestire i momenti e forse c�erano delle concause che ti portano a non avere la massima condizione.

Non sono soddisfatto del tridente perch� credo che sicuramente poteva offrire molto di pi� assieme a Kragl. La prova � stato convincente e non hanno giocato male, sia chiaro, ma hanno capacit� superiori e quando lavoreremo sui dettagli faranno il salto ulteriore. Sono contento dell�interpretazione della squadra, contro un Verona costruito per andare in A ed in fiducia dopo un 4-0.

Ho scelto Noppert perch� ha portato stupore non solo fuori dal campo, ma anche all�interno. � un generoso e per questo ha fatto l�errore sul 2-1. Non c�� nulla contro Bizzarri ma mi serviva qualcuno che portasse un�energia diversa rispetto a quello che avevamo prima.

Volevo vedere attaccamento alla maglia e partecipazione continua, con ardore nel giocare tutti i palloni e cercare di andare oltre, come Tonucci che va a fare la sovrapposizione di Zambelli, cosa che io non gli chiedo ma che preferisco rispetto ad una passivit� che non si deve vedere in alcun momento.

C�era un po� di ambiguit� di 3-4-3 con Kragl che si alzava quasi sulla linea degli attaccanti. � normale che giocando col play, Mazzeo e Iemmello abbiamo fatto azione di disturbo e quando Ranieri slittava dietro Kragl andavamo a dare fastidio alla costruzione avversaria.

Mi sono posto alcune domande su cosea fare sul mercato, anche se ho dovuto preparare le partite. Ora avremo pi� tempo per concentrarci su questi aspetti, ma credo ci siano cose abbastanza condivisibili.

Gestire ed interpretare il pallone passando dal play o da due che sanno gestire i tempi di gioco � qualcosa che stiamo prendendo in considerazione, perch� numericamente e qualitativamente vorremmo integrare un reparto che ne ha bisogno. Ci sono cose interessanti che abbiamo visto ed abbiamo calciatori come Galano che con pi� concetrazione e coraggio, pu� darci molto.

Negli episodi non siamo stati decisi e fortunati, sia sul mancato gol di Galano che su Chiaretti che avrebbe potuto finalizzare l�azione in maniera diversa. Abbiamo per� visto una squadra che ha creato i presupposti ed oggi hanno dimostrato di poterlo fare. Dobbiamo limitare gli episodi negativi che sono stati tutto sommato limitati contro una squadra forte come il Verona. Abbiamo rimontato due volte, nel secondo caso anche dopo un rigore sbagliato, con convinzione di arrivare al risultato e possiamo anche rammaricarci di non essere riusciti portare a caso il risultato pieno.

Anche con il VAR si fa confusione. Io spesso faccio fatica a stabilire una verit� e mi pongo sempre domande se ho pensato bene e dato l�intepretazione esatta. Credo che nel complesso gli episodi possano cambiare il risultato in un senso o nell�altro�.